Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

D'Ettore lascia, Mennini nuovo coordinatore di Forza Italia: "Il centrodestra unito conquisterà nuovi Comuni e Regione"

Cambio al vertice nel coordinamento provinciale di Forza Italia: Felice Maurizio D'Ettore lascia il timone a Bernardo Mennini. Il neo onorevole si fa da parte per potersi focalizzare sull'attività del Parlamento, il presidente Atam ha accettato...

E1E6A4F6-2111-4D11-AC27-494B303935E6

Cambio al vertice nel coordinamento provinciale di Forza Italia: Felice Maurizio D'Ettore lascia il timone a Bernardo Mennini. Il neo onorevole si fa da parte per potersi focalizzare sull'attività del Parlamento, il presidente Atam ha accettato l'indicazione del coordinatore regionale, a sua volta parlamentare, Stefano Mugnai, "con spirito di servizio" perché, ha detto Mennini, "sono a disposizione del partito".

D'Ettore ci tiene a sottolineare di aver lasciato il ruolo dopo "esperienze estremamente positive a livello locale: il centrodestra negli ultimi anni ha guadagnato posizioni, amministrando sempre più comuni. Mi sembra di aver lasciato un'eredità importante. Adesso mi concentrerò sull'attività parlamentare, ma la provincia di Arezzo continuerà ad essere al centro dei miei pensieri: lavorerò per il collegio in cui sono stato eletto". Raccoglie il testimone Bernardo Mennini, presidente della partecipata dei parcheggi Atam e presidente dell'Automobil Club Arezzo.

Mi impegnerò - dice Mennini - a fondo nel valorizzare quel che di buono le amministrazioni di centrodestra hanno già fatto in questa provincia. A partire dal Comune di Arezzo, guidato dalla giunta Ghinelli ormai da tre anni, il cui operato è apprezzato e rappresenta un punto di riferimento, un modello per gli altri municipi in cui ci siamo insediati più recentemente.

Quale sarà la sua prima preoccupazione?

Comunicare quanto di positivo le amministrazioni che comprendono Forza Italia stanno facendo. L'obiettivo è radicarci ancora di più. Ci batteremo su temi territoriali, per dimostrare la nostra vicinanza ai cittadini.

Ogni primavera un'elezione. Il prossimo anno ci saranno altre sfide cruciali in provincia. Come si presenterà il centrodestra?

Unito, ovviamente. Abbiamo dimostrato che con il centrodestra si vince insieme. Così sarà nel 2019 quando punteremo forte su Cortona, San Giovanni e Castiglion Fiorentino. Occorre raccogliere il contributo di tutti, allargandoci alle positive esperienze civiche che hanno ispirazione di centrodestra.

E anche alla Lega, quindi?

Con la Lega abbiamo ottimi rapporti sul territorio, c'è convergenza. E non va sciolto un legame che ci ha permesso di vincere tanto localmente.

Puntate a cucire più stretti rapporti con i vostri elettori per rilanciare Forza Italia a livello nazionale?

Di certo non ci vogliamo perdere nel criticare Forza Italia nazionale, noi opereremo per consolidare il territorio. Ci concentriamo su Arezzo e sulla sua provincia. Tanti territori che si impegnano contribuiscono alla salute del livello nazionale.

Si avvicinano le Regionali.

E stavolta sono alla portata di mano.

@MattiaCialini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

D'Ettore lascia, Mennini nuovo coordinatore di Forza Italia: "Il centrodestra unito conquisterà nuovi Comuni e Regione"

ArezzoNotizie è in caricamento