Verso quota 500 firme per intitolare il parco ex Foro Boario ad Enrico Berlinguer

L'iniziativa vede impegnate alcune realtà del territorio che stanno mettendo in calendario altri appuntamenti per continuare la petizione

"L'11 giugno 1984 a Padova moriva Enrico Berlinguer. Pochi giorni prima, durante un comizio, era stato colpito da un ictus. Berlinguer era il leader più amato dalla sua gente e molto stimato anche da chi era lontano dalle sue idee, come testimoniò l'enorme commozione che coinvolse l'Italia in occasione della sua scomparsa. Rappresentava per tutti la politica fatta di onestà, spirito di servizio, rigore morale, forti ideali di cambiamento. In altre parole, la buona politica di cui il Paese oggi più che mai ha assoluto bisogno." 

Per questo il Centro di iniziativa "Enrico Berlinguer" di Arezzo ha lanciato una petizione per intitolare il parco ex Foro Boario di Pescaiola alla figura di Berlinguer. Le firme in calce alla petizione sono in corso di raccolta, il prossimo appuntamento è in programma mercoledì 8 luglio a Pescaiola , in Largo 1° Maggio  dalle 9,30 alle 19,30, presso il gazebo allestito sul lastricato del Largo antistante Via A. Dal Borro . A fianco del Centro Berlinguer si stanno impegnando per la raccolta delle firme anche il Circolo Aurora e la Cgil . "In città sono affissi manifesti con una foto di Enrico, col suo sorriso, molti colori e la semplice frase "un uomo giusto, un grande italiano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento