rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica

Contratti di lavoro con Estra e Coingas, lettera arrivata ai consiglieri. La risposta pubblica di Menchetti

Il sindaco ha spedito la lettera in cui chiede collaborazione ai consiglieri per conoscere lo stato di fatto degli eventuali rapporti economici con Estra e Coingas. Le prime risposte sono già arrivate sul tavolo del primo cittadino, come quella di Michele Menchetti

Le prime risposte al sindaco sono già state spedite. Alcune anche rese pubbliche, come quella di Michele Menchetti. Il consigliere del Movimento Cinque Stelle di Arezzo ha spedito la mail con le informazioni richieste al primo cittadino e le ha anche rese pubbliche. E' di fatto in moto il meccanismo che è scaturito dall'interrogazione della Lega e dalla riunione di maggioranza poi. E' stato il sindaco che si è autodefinito "artificiere" per la sua capacità di disinnescare i problemi, a mandare la mail in questione ai 32 consiglieri comunali.

"Carissimi Consiglieri,

alla luce dell'interrogazione, datata 12 gennaio 2022, proponente il Gruppo Consiliare Lega Salvini Premier, pur avendo ricevuto da Coingas una parte delle risposte ai quesiti formulati, e in attesa di riceverne altre da parte di Estra, reputo opportuno, proprio per sottolineare i principi di trasparenza peculiari del ruolo che ci vede tutti coinvolti nell'amministrazione della cosa pubblica, che sia ciascuno di Voi a rendere noto, attraverso una comunicazione al Sindaco, la propria situazione circa eventuali incarichi assunti a partire dall'esercizio 2017 da parte di Coingas (già noti all'attualità) ovvero da Estra o da società del gruppo Estra. Questo, al fine di confermare quella relazione di fiducia che lega ognuno di noi, nel ruolo che istituzionale che ricopre, ai cittadini.

Confidando quindi sulla Vostra disponibilità a fare questo percorso di trasparenza, Vi invito a indicarmi singolarmente le eventuali vostre relazioni patrimoniali con Coingas ed Estra, essendo oggetto queste dell'interrogazione. Certo che questa richiesta non rientra tra i Vostri obblighi, sono altrettanto fiducioso che nessuno si sottrarrà, pregando fin d'ora ognuno di Voi di farmi pervenire una risposta scritta ancorché negativa.

Resta fermo da parte dell'Amministrazione la volontà di tenere insieme il legittimo principio di trasparenza con l'altrettanto legittimo principio di tutela della onorabilità di chi svolge una professione e che ha il medesimo diritto di dedicare la propria passione alla politica della Città."

Proprio a questa missiva ha risposto dopo poche ore il pentastellato Menchetti:

"Apprezzo molto la Sua richiesta, basata sui principi di trasparenza che il Movimento 5 Stelle condivide, senza se e senza ma. Non ho alcuna remora a rispondere a Lei e a tutti gli Aretini che non ho assunto alcun incarico sia in Coingas che in Estra. Né a partire dall’esercizio 2017 né prima. Questa mia risposta sarà pubblicata anche nei miei social, ad onorare al massimo il principio da Lei richiamato della trasparenza. Mi permetto di aggiungere e suggerire di allargare questa richiesta anche a tutte la altre aziende partecipate dal Comune di Arezzo. Mi permetto altresì di consigliarLe di rendere pubblici sempre anche i criteri con cui verranno effettuate le nomine nelle partecipate, per porre fine una volta per tutte, alla pessima abitudine di legare tali nomine all’appartenenza politica dei prescelti. Concludo auspicando che l’aumento delle indennità per Sindaco, Assessori e Presidente del Consiglio Comunale, previste dalla legge di bilancio e recepite rapidamente dalla Sua Giunta, sia restituito e messo a disposizione degli Aretini, con l’istituzione di un fondo di solidarietà. Il Suo ruolo ha certamente grandi responsabilità ma non è assolutamente questo il momento per aumentare lo stipendio dei politici, anche se l’input è arrivato da Roma."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contratti di lavoro con Estra e Coingas, lettera arrivata ai consiglieri. La risposta pubblica di Menchetti

ArezzoNotizie è in caricamento