Politica

Enzo Brogi alla guida del Corecom: "Cercherò di essere un buon interprete del ruolo garanzia"

Ha scelto di abbandonare il suo incarico di consigliere del presidente della Regione Toscana per passare ad una nuova pagina. Un nuovo incarico che lo vedrà impegnato alla guida del Comitato Regionale delle Comunicazioni (Corecom). E' il...

Ha scelto di abbandonare il suo incarico di consigliere del presidente della Regione Toscana per passare ad una nuova pagina. Un nuovo incarico che lo vedrà impegnato alla guida del Comitato Regionale delle Comunicazioni (Corecom).

E' il valdarnese Enzo Brogi a dare annuncio della novità attraverso il proprio profilo Facebook. Da sempre figura di spicco nella politica locale e regionale, Brogi ha preso la decisione su invito del presidente del consiglio toscano e del governatore che lo hanno indicato come prescelto per il ruolo.

Qualche giorno fa ho lasciato l'incarico di Consigliere del Presidente della Regione Toscana in materia di diritti.

Sono passati due anni da quando accettai l'invito di Enrico Rossi. Un impegno intenso, bello e credo anche con qualche risultato significativo. Mi sono occupato di condizioni delle carceri, cultura giovanile e dipendenze dall'azzardo (continuo a non chiamarlo gioco), diritto all'uso della cannabis a scopo terapeutico e sostegno di campagne per la sua legalizzazione, tema della sessualità per i disabili.

Ho lasciato questo incarico perché proprio il Presidente della Regione Rossi e il Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani mi hanno indicato per la Presidenza del Comitato Regionale delle Comunicazioni.

Il Corecom svolge funzioni di governo e controllo del sistema delle comunicazioni nella Regione indirizzando la propria attività a cittadini, associazioni e imprese, operatori delle telecomunicazioni e al sistema dei media locali.

Il Comitato, inoltre svolge funzioni delegate dall'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) e funzioni amministrative per conto del Ministero dello Sviluppo Economico - Dipartimento delle Comunicazioni.

E' infatti possibile rivolgersi al Corecom per tentare di risolvere controversie fra utenti e gestori dei vari servizi di telecomunicazioni (telefonia, internet, pay-tv, ecc). In Toscana nell'ultimo anno 7000 cittadini sono ricorsi al CORECOM recuperando oltre 3 milioni di euro!

La comunicazione, i servizi di informazione, i nuovi media sono temi che mi hanno coinvolto e interessato nell'ambito delle diverse attività che ho svolto anche in passato, convinto come sono, della grande potenzialità di questo avvincente mondo. Se con un po' di gusto amarcord posso annoverarmi fra i collaboratori delle prime radio libere in Toscana, conservo anche con grande affetto il ricordo degli anni in cui, da Sindaco di Cavriglia, sollecitai, una ottantina di famiglie a spegnere le televisioni e computer per studiarne, con quelli del Meyer, gli effetti sociologici e sanitari.

Occuparmi adesso, in modo diretto, di questo settore mi preoccupa un po' ma, al tempo stesso, mi stimola moltissimo. So bene che l'incarico è di grande responsabilità, soprattutto per le questioni che attengono ai compiti di Garante della Comunicazione e per le potenzialità legate alle nuove problematiche del web in tutte le sue sfaccettature ed insidie a partire dal cyberbullismo.

Cercherò di essere un buon interprete del necessario ruolo "garanzia" proprio di questo organismo ma, poiché ritengo che non sia possibile dimettersi dalla politica, sarò sempre molto attento al processo di crescita e di sviluppo della nostra Regione e attivo nel portare avanti i valori e i diritti, in cui ho sempre creduto, per un Paese democratico, riformista ed innovatore.

So che mi aspetta un compito impegnativo, per questo, a proposito di "garanzia" comincerò con il garantire tutto il mio impegno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enzo Brogi alla guida del Corecom: "Cercherò di essere un buon interprete del ruolo garanzia"

ArezzoNotizie è in caricamento