Ente Acque Umbre Toscane: sì a bilancio esercizio 2016 dal Consiglio regionale toscano

"Il valore della produzione al 31 dicembre 2016 ammonta a 4milioni e 187mila euro (era 4milioni e 475mila 700 a fine 2015, lo scostamento è del 6,44 per cento) e denuncia in positivo un piccolo utile d’esercizio per 13mila euro”. Questi alcuni...

consiglio-regionale

"Il valore della produzione al 31 dicembre 2016 ammonta a 4milioni e 187mila euro (era 4milioni e 475mila 700 a fine 2015, lo scostamento è del 6,44 per cento) e denuncia in positivo un piccolo utile d’esercizio per 13mila euro”. Questi alcuni dati ricordati da Stefano Baccelli, presidente della commissione Territorio e ambiente nell’illustrazione della proposta di delibera sull’approvazione del bilancio d’esercizio 2016 dell’Ente Acque Umbre Toscane. L’atto è stato approvato a maggioranza.

Le poste più importanti, ha ricordato Baccelli, riguardano “la quota spese generali su lavori in concessione per circa un milione e 460mila euro (34,82 per cento dei ricavi totali)”, in diminuzione di circa il 40 per cento rispetto al 2015 e i proventi dall’esercizio di impianti irrigui per 2milioni 706mila circa” (64,64 per cento dei ricavi totali), in aumento del 34,55 per cento rispetto al 2015. I costi della produzione ammontano a 4milioni e 83mila (meno 6.87 per cento rispetto al consuntivo 2015). Il presidente ha citato i principali investimenti nel corso del 2016, “la sistemazione della sponda dell’invaso Diga Chiascio per 5milioni e 237mila euro; l’adduzione della diga di Montedoglio (vari lotti di intervento) per 761mila 213 euro; la realizzazione delle vasche (laghetti), il sistema di adduzione in Valdichiana, 247mila euro e l’adduzione della diga Chiascio vari lotti per 2milioni e 824mila”.

Andrea Quartini ha espresso l’astensione del Movimento 5 Stelle, motivata da alcune criticità come la mancanza della “nomina del collegio dei revisori dei conti” e l’”assenza di chiarezza sul sistema tariffario soprattutto in relazione al bisogno di stabilità di questo ente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Astensione anche da parte di Sì-Toscana a sinistra. “Alle criticità espresse da Quartini– ha detto Tommaso Fattori –, aggiungo un problema generalizzato che riguarda il personale e il blocco delle assunzioni da parte delle pubbliche amministrazioni”. “Rispetto a questo ente – ha aggiunto – sappiamo che solo le dighe richiederebbero sei unità di guardiania ciascuna e stanno ben al di sotto. Il controllo e la cura di opere infrastrutturali di questo tipo ha un’importanza cruciale per il territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento