Stelio Canterini è il candidato sindaco per Badia Tedalda

Stelio Canterini ha 64 anni ed è perito in infortunistica stradale.
E' lui uno dei pretendenti alla poltrona di sindaco per il comune di Badia Tedalda.
Il prossimo 26 maggio il capoluogo valtiberino, così come altri 25 della provincia di Arezzo, chiamerà alle urne tutti gli aventi diritto per scegliere chi guiderà il territorio per i prossimi cinque anni.

Canterini è sposato con due figli e vive a Sansepolcro anche se a Badia Tedalda deve i natali e, da sempre, vi trascorre buona parte della settimana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ho deciso di scendere in campo - sottolinea - per tentare di invertire il trend negativo al quale sta andando incontro questo piccolo Comune che, già ai margini in ambito geografico, non vede muovere da tempo la propria economia e sta subendo, di conseguenza, un lento quanto costante depauperamento demografico. Confido molto nell’aiuto dei giovani e anche di qualche figura più esperta – ha aggiunto – ma soprattutto faccio leva su tutte quelle persone dispiaciute nell’assistere all’attuale situazione in cui versa Badia Tedalda. Volontà è la parola d’ordine: chi mi conosce, sa benissimo che sono abituato ai fatti e poco alle chiacchiere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento