Lunedì, 21 Giugno 2021
Elezioni comunali 2019

Libera Castiglioni: "Il buon governo è possibile. Sicurezza scuole e teatro, obiettivi raggiunti"

Sono gli esponenti politici castiglionesi a stilare il punto sulle attività svolte nell'arco degli ultimi cinque anni.

Alle solite parole “bisogna far ripartire l’economia, serve un piano infrastrutturale per il Paese, abbiamo bisogno delle piccole opere e di salvaguardare la sicurezza delle strutture pubbliche” c’è chi risponde, anche se tra enormi difficoltà dovute alla cronica mancanza di fondi, con semplici ma concreti fatti come nel caso dell’amministrazione comunale di Castiglion Fiorentino che fin da subito ha privilegiato una corretta programmazione degli interventi da effettuare.

Ad esserne convinti sono i sostenitori di Libera Castiglioni, lista civica che durante la scorsa tornata elettorale ha dato appoggio alla candidatura dell'attuale sindaco Mario Agnelli.
Sono gli esponenti politici castiglionesi a stilare il punto sulle attività svolte nell'arco degli ultimi cinque anni.

"In primis, l’obiettivo di mettere in sicurezza le scuole comunali, senza aspettare di parlarne solo quando si verificano eventi calamitosi. Inoltre, anche grazie all’utilizzo dei fondi del credito sportivo, sono state trovate le risorse per mettere in sicurezza lo stadio comunale “Faralli”, che ormai aveva oltrepassato i livelli minimi da diversi anni. Anche qui, denotando una lungimiranza rara da trovare in analoghe realtà: è notizia di questi giorni le carenze e l’inagibilità degli impianti sportivi più importanti del comune di Monte San Savino con conseguenti disagi e difficoltà per le società sportive locali. Non bisogna dimenticare l’intervento di messa a norma del Teatro “Spina”, restituito alla fruizione della collettività già nel 2015 mentre i soliti del Pd protestavano, dicendo che tutti quegli interventi non erano affatto indispensabili quando di fatto il teatro era inagibile fino a tutto il 2014. Alla fine, la buona politica è solo questione di serietà, di onestà e di corretta percezione delle vere priorità della cittadinanza. C’è chi, per catturare qualche voto in più, realizza lavori “spot” dissipando le risorse a disposizione e c’è chi invece guarda alle reali necessità dei cittadini, in una prospettiva di crescita collettiva e nell’ottica di assicurare un futuro migliore alle generazioni che verranno, anche a costo di scontentare qualcuno nel breve periodo. Non sono scelte facili e tanto meno frequenti. Ma sul fatto che paghino e che i cittadini le apprezzino non abbiamo il minimo dubbio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libera Castiglioni: "Il buon governo è possibile. Sicurezza scuole e teatro, obiettivi raggiunti"

ArezzoNotizie è in caricamento