Domenica, 13 Giugno 2021
Elezioni comunali 2019

Chienni, Degl'Innocenti o Sanni, Casini e Caleri si ricandidano. Inverno sabbatico per Agnelli, incognita Bibbiena, intrigo a Cortona

Sicuramente non si presenteranno come candidati Francesca Basanieri, sindaco di Cortona, Maurizio Viligiardi, sindaco di San Giovanni Valdarno e Daniele Bernardini, sindaco di Bibbiena.

Ventisei comuni al voto e tre quarti dei primi cittadini alla prima esperienza di amministrazione.
Si preannunciano mesi intensi per la provincia di Arezzo che, già dalle prossime settimane, dovrà mettersi al lavoro per definire liste, candidati e programmi.

Le municipalità che dovranno rinnovare il proprio governo sono: Cortona, San Giovanni Valdarno, Castiglion Fiorentino, Bibbiena, Terranuova Bracciolini, Bucine, Foiano della Chiana, Cavriglia, Castelfranco Pian di Scò, Subbiano, Poppi, Pratovecchio Stia, Loro Ciuffenna, Lucignano, Castel Focognano, Marciano della Chiana, Pieve Santo Stefano, Castel San Niccolò, Chiusi della Verna, Castiglion Fibocchi, Monterchi, Sestino, Talla, Badia Tedalda, Chitignano e Ortignano Raggiolo.

Sicuramente non si presenteranno come candidati Francesca Basanieri, sindaco di Cortona, Maurizio Viligiardi, sindaco di San Giovanni Valdarno e Daniele Bernardini, sindaco di Bibbiena.

Le ragioni? La prima ha dichiarato la sua intenzione a non voler proseguire l'esperienza mentre gli altri due non possono visto che con sono già al secondo mandato consecutivo.

Quelli che invece si prensenteranno sicuramente alle prossime elezioni sono il sindaco di Terranuova Bracciolini Sergio Chienni, quello di Cavriglia Leonardo Degl'Innocenti o Sanni, Roberta Casini di Lucignano e Nicolò Caleri di Pratovecchio Stia.

Chienni lo scorso fine settimana ha dato il via alla propria campagna elettorale con un incontro dal titolo "Terranuova 2024, la Terranuova che vorrei". E' stato in quella circostanza che ha sottolineato come "da oggi ipartiamo, un po’ emozionati come sempre. Siamo qui dopo cinque anni a poter pronunciare verso il futuro la bellezza di una promessa, con la credibilità di chi qualcosa ha fatto e con l’umiltà e la passione di chi vuol fare di più, insieme".

Da definire invece gli aspiranti primi cittadini che si presenteranno nei maggiori centri dell'Aretino anche se alcune indiscrezioni trapelano già.

Dal Partito Democratico di Bibbiena, attraverso una nota stampa che porta la firma della segretaria Laura Ciabatti, viene fatto sapere come il partito abbia avviato "la fase di dibattito e di selezione del candidato a sindaco per le prossime amministrative" e che sarà "condotta tenendo conto delle regole del partito, con la massima trasparenza e con la valutazioen delle proposte programmatiche".

Stesso partito ma vallata opposta, in Valdarno il dibattito circa il successore di Viligiardi ha assistito già a un susseguirsi di rumors e dichiarazioni a viso aperto. Tra i possilibili candidati per il Pd potrebbe esserci Valentina Vadi, consigliera regionale e attuale segretaria del gruppo sangiovannese. In alternativa Andrea Frosali, membro dei Dem. attraverso una nota stampa diffusa qualche settimana fa, ha annunciato la propria volontà di mettersi a disposizione per presentarsi come eventuale candidato del Pd sangiovannese.

Andrea Frosali: "I cittadini ci daranno fiducia"

Nel frattempo il Pd sangiovannese proprio ieri sera si è reso protagonista di un'iniziativa che ha visto la costituzione dell’alleanza civica, democratica e progressista per il governo della città con l’adesione di forze politiche e cittadini che si riconoscono nei valori del centrosinistra.

"L’alleanza - fanno sapere dal Pd - si presenterà unita e compatta alle prossime elezioni amministrative, ed in maniera unita e compatta affronterà, nei prossimi mesi, tutti gli impegni relativi alla campagna elettorale, dalla elaborazione di un programma innovativo per la città, alla individuazione di un candidato che possa guidarla. Intanto, nei prossimi giorni, cominceranno ad essere operativi i tavoli tematici di lavoro che si sono costituiti ieri sera e che hanno già riscontrato numerose adesioni".

A Castiglion Fioretino invece Luca Casagni è il primo candidato ufficiale che concorrerà alla conquista di palazzo San Michele. Scelto in seguito alle primarie del centrosinistra, è in definitiva il nome certo della tornata elettorale 2019.
Mario Agnelli invece ancora non ha confermato la propria volontà di presentarsi per il secondo mandato.
L'attuale sindaco del comune del Cassero si cela nel più stretto riserbo anche se potrebbe uscire allo scoperto già a partire nelle prossime settimane. La sua avventura politica cominciò il 1 marzo 2014 quando Agnelli si presentò ufficialmente alla popolazione insieme alla sua lista "Libera Castiglioni".

Cortona invece la situazione è ben più intricata. I nomi che si rincorrono sono quelli di Andrea Bernardini, Luciano Meoni, Teodoro Mandreda e Nicola Carini. Tutti, con i rispettivi schieramenti politici, potrebbero essere i nuovi candidati alla corsa elettorale per il capoluogo della Valdichiana dove l'attuale sindaco, Francesca Basanieri, si appresta a terminare il proprio mandato senza valutare una sua seconda candidatura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chienni, Degl'Innocenti o Sanni, Casini e Caleri si ricandidano. Inverno sabbatico per Agnelli, incognita Bibbiena, intrigo a Cortona

ArezzoNotizie è in caricamento