rotate-mobile
Elezioni 2024 Cortona

Elezioni a Cortona, Nicola Carini verso le dimissioni da presidente del consiglio comunale

Intanto gli ex consiglieri della Lega sono fuori dal partito, secondo le dichiarazioni del segretario Gianfranco Vecchi

"Nessuna volontà di danneggiare l'amministrazione, ma la riflessione su un ruolo che deve essere terzo e la dimostrazione che non siamo affatto attaccati alle poltrone come qualcuno ci accusa". Questo il commento di Nicola Carini, candidato a sindaco a Cortona per i partiti di centro destra, che sta pensando di dimettersi da presidente del consiglio comunale. 

Continuano quindi le acque agitate a Cortona. La scelta di Fratelli D'Italia, Lega, Forza Italia, Noi Moderati e Udc, di sostenere in maniera unitaria la candidatura di Carini per le amministrative e non accogliere quella di Luciano Meoni per il secondo mandato, ha provocato delle conseguenze nella cittadina della Valdichiana aretina che, insieme a oltre 20 comuni, va alle elezioni amministrative l'8 e il 9 giugno prossimi.

I consiglieri della Lega passano al gruppo misto

Tre consiglieri comunali che erano nel gruppo Lega ne sono usciti per rimanere allineati al sindaco in carica Luciano Meoni in vista delle prossime amministrative e sono transitati in quello misto. Si tratta di Santino Turchetti, Lucia Lupetti e Arianna del Treggia. Adesso il Carroccio non ha esponenti che siedono in consiglio comunale a Cortona.

"La Lega appoggia in modo convinto il centrodestra - ha scritto a scanso di equivoci  il segretario provinciale Gianfranco Vecchi - A Cortona, cosi come negli altri 25 comuni in cui si rinnovano gli organi amministrativi, la posizione del partito è chiara e lineare e non lascia spazio a dubbi o deduzioni ma soprattutto la Lega lo ribadisco con forza, è unita e compatta, coloro che sono usciti dal partito è evidente che non ne fanno più parte”. 

Le dimissioni nel centro destra

Con significato opposto, sono arrivate le dimissioni dell'assessore Alessandro Storchi che era presente nella giunta Meoni con le deleghe alla protezione civile, personale e polizia municipale. Storchi ha seguito la linea del partito in vista di una campagna elettorale per Carini sindaco che non avrebbe voluto portare avanti mentre faceva parte di una giunta che la Lega non sosteneva più. Le deleghe rimesse sono state prese in carico dal primo cittadino che al momento non ha intenzione di nominare un sostituto. 

Vecchi in merito prende atto delle dimissioni presentate a Cortona dall'assessore Alessandro Storchi, lo "ringrazia per il lavoro fatto in termini soprattutto di sicurezza del territorio."

Carini da presidente del consiglio a candidato

Avvicinandosi alla data delle elezioni comunali si intensificherà anche la campagna elettorale con una dialettica che avrà toni e argomenti sempre più di contrasto tra i vari candidati a sindaco, ognuno dei quali tenderà a distinguersi sui contenuti. Avrà riflettuto anche su questo l'attuale presidente del consiglio comunale di Cortona Nicola Carini che sta preparando le sue dimissioni dal ruolo di garante di tutti i consiglieri comunali. La prossima seduta dovrebbe tenersi a metà marzo e in quel momento questa decisione potrebbe materializzarsi. Se resterà in piedi questa linea, Carini comunicherà per scritto a tutti gli interessati, sindaco in primis, le sue dimissioni, il consiglio comunale sarà tenuto da uno dei vice e poi verrà indetta l'elezione del nuovo presidente. Carini nel frattempo si siederebbe nei banchi di consigliere nel gruppo di Fratelli d'Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Cortona, Nicola Carini verso le dimissioni da presidente del consiglio comunale

ArezzoNotizie è in caricamento