rotate-mobile
Elezioni 2024

Emorragia di Comuni del centrosinistra, a Cortona sfida verità Meoni-Vignini. Euroflop Ghinelli

Ecco com'è andata la tornata elettorale Europee-Comunali nell'Aretino: a San Giovanni Valdarno Vadi trionfa al primo turno; Castiglion Fiorentino, Agnelli a valanga

Sono vari gli spunti locali dati dalla tornata elettorale appena conclusa. La prima è l'avanzata del centrodestra (o comunque di civiche appoggiate anche dai partiti di centrodestra) in una provincia che fino a 10 anni fa era saldamente nelle mani del centrosinistra. Basta dare un occhio al Casentino: centrosinistra sconfitto con due sindaci uscenti (Nicolò Caleri e Carlo Toni) a Pratovecchio Stia e Poppi: i nuovi primi cittadini sono Luca Santini e Federico Lorenzoni. Considerata la larghissima vittoria di Vagnoli a Bibbiena, si può parlare di débâcle del centrosinistra nell'Alto Casentino. Altre sconfitte cocenti arrivano dal Valdarno, con amministrazioni che cambiano colore (sono Loro Ciuffenna e Castelfranco Piandiscò, rispettivamente con Andrea e Michele Rossi), e da Castiglion Fiorentino, con Mario Agnelli che stravince la sfida contro Brandi.

Ballottaggio a Cortona

Il centrosinistra e il Pd potrebbero in parte riscattarsi se dovessero riuscire a riconquistare il maggior comune della provincia al voto al ballottaggio: Cortona. Un'impresa difficile comunque, Andrea Vignini è staccato di 10 punti rispetto al sindaco uscente Luciano Meoni, fra due settimane ci sarà la sfida verità. Delusione per il candidato di centrodestra Nicola Carini, terzo e distante (appena il 13%) dai competitor. Notizie positive per il Pd da San Giovanni Valdarno, secondo comune più popoloso al voto, che viene mantenuto con una netta vittoria al primo turno per Valentina Vadi. Sorriso del Pd anche per l'incerta corsa di Subbiano con ben 5 candidati: la spunta la sindaca uscente Ilaria Mattesini.

La panoramica delle comunali

L'avanzata del centrodestra è certamente influita dallo stato di forma delle forze politiche nazionali, in particolare FdI. Ma ci sono realtà che vanno controtrend come Lucignano e Foiano della Chiana con le vittorie di Casini e Franci. Conferme da un lato da Castel Focognano con Ricci, Castel San Niccolò con Fani, Monterchi con Romanelli, sull'altro fronte per Chitignano (Calbi), Chiusi della Verna (Tellini), Marciano (De Palma). A Bucine la corsa a tre è ad appannaggio del centrosinistra (Nannini). Trionfi del centrosinistra a Terranuova Bracciolini (Chienni), Cavriglia (Degl'Innocenti O Sanni) e del centrodestra a Pieve Santo Stefano (Marcelli). A Badia Tedelda resta Santucci e superano lo scoglio dell'affluenza tutti i candidati in solitaria. Dori (Sestino), Ducci (Talla), Ceccherini (Ortignano Raggiolo), Castiglion Fibocchi (Ermini).

Così le Europee

Per quanto riguarda le Europee nessuno dei candidati aretini ha ottenuto il seggio. Tutti sono stati andati lontanissimi dal risultato: il più votato è stato Sergio De Caprio detto "Capitano Ultimo" (Libertà) con 1.847. Delusione per il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli (Forza Italia Noi Moderati) che si è fermato complessivamente a 1.576 preferenze. Gli outsider casentinesi Francesco Cappelletti (Stati Uniti d'Europa) e Luciano Spigliantini (Azione) hanno ottenuto rispettivamente 1.031 e 471 preferenze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emorragia di Comuni del centrosinistra, a Cortona sfida verità Meoni-Vignini. Euroflop Ghinelli

ArezzoNotizie è in caricamento