rotate-mobile
Verso le elezioni

Mugnai candidato alla Camera scontenterebbe tutto il centro destra aretino

Sono state ore convulse quelle intorno alla notizia del nome di Stefano Mugnai sul tavolo per le candidature al collegio uninominale alla Camera: le reazioni nel centro destra

Mugnai candidato alla Camera all'uninominale per il centro destra? La notizia è rimbalzata dal livello regionale ad Arezzo. Da parlamentare uscente, ex Forza Italia adesso nel partito di Toti, Stefano Mugnai potrebbe essere lo sfidante di Vincenzo Ceccarelli. Le sue quotazioni sono considerate in salita, ma non accontentano nessuno nell'Aretino. 

Non certo Forza Italia, il partito dal quale è uscito per convergere su Coraggio Italia insieme al collega D'Ettore. Questa candidatura sarebbe considerata uno sfregio, un affronto per il partito azzurro sul territorio.

Il partito di Toti ad Arezzo invece ha come esponente principale la vicesindaca Lucia Tanti e il gruppo di riferimento aretino si è espresso chiaramente: "Arezzo è a sostegno della candidatura dell’amico onorevole Giorgio Silli persona preparata seria e che rispetta il territorio toscano ed aretino. Crediamo che inoltre al suo fianco nello schieramento di centrodestra per poter vincere nei collegi servano candidati che possano attivare il centro moderato. Il Comitato di Arezzo è pronto a sostenere l‘attuale vice sindaca Lucia Tanti per le sue note qualità e capacità. Si vince per, con e nel centrodestra tutti uniti ma serve sempre prendere un voto in più."

Della candidatura di Mugnai, seppur con il vantaggio di essere un parlamentare uscente, non sarebbe contento il livello provinciale di Fratelli d'Italia che punta tutto sulla figura di Francesco Macrì. 

Anche dalle parti della Lega, seppur senza dare una versione ufficiale, c'è un pensiero netto su questo. Della serie calare dall'alto una figura che non è espressione dei partiti sul territorio potrebbe non essere capito dall'elettorato. Il partito guidato da Matteo Grassi a livello provinciale vorrebbe evitare mosse che potrebbero avvantaggiare l'avversario politico in un collegio che è ancora considerato come conquistabile dal centro destra, seppur gli ultimi sondaggi descrivano un quadro mutato, a favore del centro sinistra, in seguito all'accordo tra Letta e Calenda. E per questi motivi, per il Carroccio, allora Mugnai potrebbe essere più adatto per una candidatura nel listino bloccato per il proporzionale.

Quale linea prevarrà ancora non è dato sapere, le variabili in campo sono molte e gli incastri sono difficili, tra algoritmi, colori dei seggi più o meno conquistabili, sondaggi e posti da spartire. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mugnai candidato alla Camera scontenterebbe tutto il centro destra aretino

ArezzoNotizie è in caricamento