Elezioni 2021 Sansepolcro

Sansepolcro, la ministra Bonetti ospite di Laurenzi: "Da voi una proposta fatta di concretezza e umanità"

Il Ministro alle pari opportunità e alla famiglia ha partecipato a un incontro assieme al candidato sindaco di Sansepolcro e ai rappresentanti del mondo del terzo settore biturgense

Questa mattina Andrea Laurenzi e la sua coalizione hanno ospitato a Sansepolcro il Ministro alle pari opportunità e alla famiglia Elena Bonetti.

Prima di recarsi all’incontro ufficiale con i rappresentanti dell’associazionismo e del terzo settore, il Ministro ha visitato il punto di distribuzione della Caritas, dove ha avuto la possibilità di parlare con i volontari e rendersi conto in prima persona del gande lavoro che questi svolgono nell’aiutare i meno fortunati. Successivamente, Andrea Laurenzi e il Sindaco di Sansepolcro Mauro Cornioli hanno guidato il Ministro in una visita al Museo Civico della città.

Arrivati alla sede elettorale di Viale Armando Diaz, Laurenzi ha aperto dicendo: “Le nostre liste sono credibili perché sono composte da persone che non solo hanno intrapreso un percorso di vita politica e amministrativa, ma che si sono contraddistinte per il loro percorso in città: nel mondo del volontariato, delle associazioni e delle professioni. Uno dei messaggi più importanti che vogliamo dare è legato all’innovazione sociale, alla coprogettazione e al welfare rigenerativo. In questo senso, il lavoro già iniziato deve continuare ogni giorno e in maniera sempre più articolata. Il terzo settore deve essere un sensore sociale immediato per l’amministrazione, così da permettere di elaborare politiche collettive che siano sempre attuali grazie a un percorso costante di monitoraggio. Questo è quello che vogliamo diventare: da erogatori di servizi a generatori di benessere.”

Il candidato sindaco ha poi lasciato la parola a Elena Bonetti. “Oggi ho avuto modo di vedere direttamente la grande capacità di costruire in luoghi che hanno bisogno di solidarietà, di reti e di più opportunità. Queste realtà hanno dimostrato di essere la rete della resilienza italiana in un momento così drammatico, e oggi possono invece rappresentare la leva per tornare a incarnare concretamente una prospettiva di speranza. Credo sia molto importante che nella vostra proposta per questa città sia così chiaro il nuovo modello di rapporto tra il mondo istituzionale e quello del terzo settore, dell’associazionismo e del volontariato. Servono strutture e servizi, ma soprattutto serve allearsi con la città per attivare non un semplice processo di aiuto e di erogazioni di beni alle famiglie, ma un accompagnamento per ricostruire dei percorsi personali di opportunità. Solo nell’alleanza e nella sinergia si può manifestare questa dinamica di modificazione di valore. Una città che crea degli spazi dove i suoi cittadini possano sentirsi a casa. Per realizzare questo proposito, dobbiamo metterci in rete con donne e uomini che possono portare alla politica la loro professionalità, la loro esperienza di volontariato e la loro voglia di futuro. Sono convita che la proposta di Andrea Laurenzi sia fatta di concretezza e umanità.”

Sono quindi potuti intervenire i rappresentanti delle varie realtà associative presenti. Questi hanno raccontato le loro esperienze e descritto al Ministro e ad Andrea Laurenzi il loro impegno nel campo del sostegno ai disabili, ai ragazzi in difficoltà e ai soggetti più fragili. 

“Questo è stato per noi un momento importante per rappresentare chi siamo” ha detto il candidato sindaco in chiusura. “Una città fatta di cultura e di storia, ma anche di un cuore pulsante fatto di volontariato, di passione e di persone che fanno impresa sostenendo chi tende la mano verso l’alto.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sansepolcro, la ministra Bonetti ospite di Laurenzi: "Da voi una proposta fatta di concretezza e umanità"

ArezzoNotizie è in caricamento