rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Elezioni 2021 Sansepolcro

Tra svolta generazionale e tradizione, è ballottaggio a Sansepolcro: la sfida Laurenzi-Innocenti

Primo turno in equilibrio quasi perfetto: tra il candidato di centro sinistra e quello di centro destra corrono solo 85 voti. Due settimane di sprint finale per accaparrarsi fino all'ultimo voto

"Che il ballottaggio fosse vicino lo sapevamo. Quello che ci ha sorpreso è stato l'equilibrio che si è avuto in questo primo turno. Sono davvero pochi i voti che ci dividono dal centro sinistra. E per il ballottaggio confidiamo in una convergenza del centro destra sul mio nome". Dopo una giornata intensa, Fabrizio Innocenti, candidato a sindaco di Sansepolcro (sostenuto da Lega e Forza Italia, Moderati e Riformisti, Borgo al Centro e Innocenti Sindaco) commenta così i risultati del voto. Al termine dello spoglio infatti è venuto il momento dell'analisi dei risultati. Innocenti  ha ottenuto 3.192 voti, ovvero 39,54%. La distanza con il candidato di centro sinistra è davvero breve, più di quanto lo stesso Innocenti si fosse immaginato. Da Andrea Laurenzi, infatti, dista un punto in percentuale. Il candidato del centro sinistra ha infranto - con soddisfazione del centro sinistra - la barriera del 40 per cento, aggiudicandosi il 40,60 per cento dei consensi, che in valori assoluti significa 3mila 277 voti. Lo scarto tra i due candidati è di 85 voti. Quanto basta per paventare un ballottaggio al cardiopalma.

Tutte le preferenze, lista per lista

"Domani (oggi, ndr) - faremo festa. Poi ci metteremo di nuovo al lavoro per ricomporre quella parte che si è presentata divisa al primo turno. Mi auguro che il centro destra possa trovare su di me un nome nel quale far convergere i voti. Colgo l'occasione inoltre per ringraziare tutti i candidati per la correttezza che si è avuta sui social in questa campagna elettorale".

Il nuovo consiglio comunale: gli scenari

La soddisfazione del centro sinistra

Dall'altra sponda, a centro sinistra, la soddisfazione è palpabile. "Abbiamo sfondato il 40 per cento - sottolinea Andrea Laurenzi, candidato della coalizione composta da Pd, Insieme Possiamo e Adesso -, con quattro candidati era un obiettivo ambizioso da raggiungere. Il fatto che ci siamo riusciti mostra come l'unità del centro sinistra paghi. Abbiamo messo insieme un gruppo di persone credibili, il Pd ha tenuto e la lista civica ha avuto un risultato molto importante, sfiorando il 15 per cento. Adesso pensiamo al ballottaggio, dove la partita ripartirà da 0 a 0".

Il ballottaggio, tra due settimane, vedrà contrapporsi i due candidati. La compattezza degli schieramenti sarà determinante. Anche se nelle dinamiche locali sono spesso le persone a fare la differenza.

"Si vota la persona e ciò che rappresenta per i cittadini - conferma Laurenzi -. Io in questo caso racconto la svolta generazionale, Innocenti racconta invece l'esperienza e la tradizione. Forse si poteva sperare in una forbice diversa, ma ripeto, abbiamo raggiunto un obiettivo ambizioso. Il ballottaggio è una storia tutta da scrivere". 

Poi un pensiero per le due candidate a sindaco: "Mi aspettavo che la città riconoscesse loro qualcosa in più: in campagna elettorale Catia Giorni e Laura Chieli si sono dimostrate preparate, competenti e appassionate. Meritavano di più".

I prossimi giorni la campagna elettorale per i due candidati non si fermerà. Sarà fatta di eventi, incontri ma anche di strategie. Anche se su entrambi i versanti, al momento ipotesi si apparentamento non sembrano essere percorribili. E a maggior ragione, sarà "la persona" a fare la differenza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra svolta generazionale e tradizione, è ballottaggio a Sansepolcro: la sfida Laurenzi-Innocenti

ArezzoNotizie è in caricamento