menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Vi dico chi non votare", Gamurrini si scaglia contro Butali con un video social. "Mi ha dato del disonesto"

Epiteti a dir poco coloriti e offese nei confronti del candidato a sindaco di Prima Arezzo che a Saione ha parlato dei lavori di posa della fibra ottica insinuando il dubbio che fossero partiti da San Leo proprio perché lì abita l'assessore

Uno sfogo social, dal tono incandescente e decisamente sopra alle righe, ieri sera ha catalizzato l'attenzione degli aretini che stanno vivendo queste ultime movimentate ore pre elettorali con grande curiosità. Autore del post - accompagnato da un eloquente video - è stato l'assessore Gianfrancesco Gamurrini che sul suo profilo Facebook ha espresso in modo colorito (facendo anche ricorso ad aggettivi offensivi) la sua delusione nei confronti di quanto espresso dal candidato sindaco Fabio Butali (Prima Arezzo) durante un incontro con i cittadini avvenuto martedì scorso in piazza Zucchi a Saione. 

Vi dico chi non dovete votare - scrive Gamurrini demandando al video il nome e il cognome del candidato - Ognuno può esprimere opinioni in merito al mio operato, alla mia simpatia o antipatia, ma nessuno si può permettere di darmi del disonesto.

Non ho mai sbroccato in 5 anni...non è il mio linguaggio abituale, ma questo non lo posso accettare.

Oggetto del contendere sono i lavori di posa dei cavi per la fibra ottica. Secondo Gamurrini, Butali avrebbe  fatto "passare il messaggio" che "abbia fatto fare degli interventi funzionali a un interesse privato" in quanto tali lavori sarebbero partiti da San Leo, frazione in cui l'assessore risiede. Non solo, aggiunge Gamurrini: "Se pensi che abbia fatto qualcosa di grosso denunciami, come farò io la prossima settimana".  Il tutto infarcito di colorite espressioni che ricondurrebbero l'intervento del candidato a Saine ad un atto di codardia.  

Ma cosa ha detto di preciso Butali? Lo stesso assessore ha postato il video con le parole pronunciate dal candidato tre giorni fa.

"La fibra è arrivata (a Saione ndr) dopo che è arrivata a San Leo. Fatevi una domanda: perché è arrivata a San Leo prima di arrivare a Saione? Forse perché c'è qualche amministratore illuminato che ha preferito farla arrivare a casa. Le domande ce le dobbiamo fare..."

Il dubbio insinuato da Butali ha lasciato a dir poco interdetto Gamurrini. Parole che sembrano aver punto sul vivo l'assessore, tanto da scatenare il profluvio di epiteti pronunciati ripetutamente con veemenza, nei confronti di Butali. 

In seguito ai due post, è arrivata la reazione del candidato a sindaco che ha indetto per oggi una conferenza stampa, nella quale si esprimerà in merito alla vicenda. Che dai social potrebbe trasferirsi, nero su bianco, nei fogli di una denuncia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Il menestrello Grifo, il 'morto resuscitato' del castello di Poppi

  • Psicodialogando

    Perché sono affascinanti le donne mature?

  • Calcio

    Triestina-Arezzo. Le pagelle di Giorgio Ciofini

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento