Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rizzo lancia Facchinetti. Il candidato sindaco su inchiesta Coingas: "C'è una questione morale, sarebbe meglio un passo indietro"

Il Partito Comunista ha organizzato la presentazione al circolo Aurora alla presenza del leader nazionale Marzo Rizzo e dei candidati al Comune, Facchinetti e alla Regione, Catello

 

"Noi del Partito Comunista, rispetto a Berlinguer, siamo sicuramente eredi della questione morale." Risponde così Alessandro Facchinetti, candidato a sindaco per il Comune di Arezzo per il partito che espone la bandiera rossa con la falce e il martello. La frase arriva alla domanda sull'idea che si è fatto dell'inchiesta multipla che corre parallela a questi mesi di campagna elettorale e che tocca il sindaco uscente che tenta il secondo mandato Alessandro Ghinelli e altri esponenti del centro destra aretino tra cui il leader locale di Fratelli d'Italia Francesco Macrì accusato, nel ruolo di presidente di Estra, di peculato e abuso d'ufficio.

"Io non mi addentro nelle questioni giudiziarie, c'è la magistratura che valuterà, ma esiste una questione morale di cui i politici dovrebbero tenere conto. Chi rischia di trovarsi invischiato in certe situazioni sarebbe meglio che facesse un passo indietro, noi al loro posto lo faremmo" ha detto ancora Facchinetti.

marco-rizzo-partito-comunistaA lanciare la sua candidatura ad Arezzo, nella sede del circolo Aurora di Piazza Sant'Agostino è arrivato lo stesso segretario nazionale Marco Rizzo che pone al centro del programma elettorale il tema del lavoro e di un nuovo sviluppo. "Siamo l'unica forza politica che ha nel programma la rottura del patto di stabilità, chi si candida deve sapere bene che fa promesse che non può mantenere se non rompendo il patto di stabilità europeo. Il nostro candidato Facchinetti lo farà se fosse eletto sindaco".

salvatore-catello-partito-comunista-2A completare il quadro verso le elezioni 2020, presente ad Arezzo anche Salvatore Catello, candidato del Partito Comunista per la presidenza della Regione Toscana che ha detto tra l'altro: "vogliamo una sanità pubblica, gratuita, generalistica, rapida e capillare, è necessario investire molto nella sanità pubblica."

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento