rotate-mobile
Elezioni-2020

Toto-giunta regionale Toscana: le ipotesi

Valzer dei nomi per gli assessorati dopo la vittoria di Eugenio Giani. Il ruolo degli aretini

C'è fermento sul fronte Giunta regionale. Ieri sera c'è stata la festa per la vittoria di Eugenio Giani, nuovo governatore della Toscana. Ed è stata l'occasione per affrontare anche questo urgente argomento. C'è il tema del "contrappeso" della vicepresidenza. Che, essendo il presidente un esponente fiorentino e non proprio dell'area "zingarettiana", potrebbe essere affidata a una figura speculare. C'è Alessandra Nardini: donna, vicina a Zingaretti, pisana. C'è anche l'ipotesi della nomina in giunta (e magari addirittura come vice di Giani) di un esponente della sinistra. Fra i nomi che si fanno - dice FirenzeToday - c'è quello dell'ex consigliera Serena Spinelli, capolista a Firenze di "Sinistra civica ecologista", lista rimasta senza seggi. Giani, secondo i rumors, sarebbe intenzionato a non confermare Stefania Saccardi alla sanità, rientrata in Consiglio come la più votata nelle liste di Italia Viva. Di sicuro di sarà Monia Monni, di Sesto Fiorentino. Nel lotto di coloro che hanno ottenuto il maggior numero di preferenze nella corsa al Consiglio - e in odor di giunta - ci sono gli zingarettiani Leonardo Marras per Grosseto, Simone Bezzini su Siena, Vincenzo Ceccarelli ad Arezzo. Quest'ultimo è il nome forte per l'assessorato aretino, che dovrebbe essere confermato. Magari proprio a Trasporti e Infrastrutture. Attenzione poi all'altra aretina più votata: Lucia De Robertis, vicina a Giani, vicepresidente del Consiglio uscente. Tra gli incarichi di prestigio da assegnare, oltre ai posti in giunta, c'è anche quello istituzionale di presidente del Consiglio regionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toto-giunta regionale Toscana: le ipotesi

ArezzoNotizie è in caricamento