"Ad Arezzo è tempo di cambiare". L’appello di Sinistra Civica Ecologista a sostegno di Luciano Ralli

"Non può esserci un futuro solido e progressista senza la trasparenza e il buon operato di chi si propone alla guida della città, insieme al sostegno di chi condivide con lui valori, progetti, obiettivi"

Sostegno ad Luciano Ralli anche da parte di Sinistra Civica Ecologista Arezzo che lancia un appello agli elettori in vista del ballottaggio che si svolgerà il 4 e 5 ottobre. Di seguito la nota del partito.

Il 20 e 21 settembre scorsi la maggioranza dei cittadini/e della Toscana ha espresso la volontà che a proseguire il governo della regione siano i rappresentanti della coalizione di centrosinistra a sostegno di Eugenio Giani, confidando così in un’alleanza democratica e progressista. Il neo presidente Giani ha iniziato la sua attività con l’obiettivo di una Toscana più forte e unita, presentandosi come aperto al dialogo, al confronto e volto alla concretezza. 

Il 4 e 5 ottobre, il Comune di Arezzo andrà al ballottaggio per scegliere tra i due candidati alla carica di sindaco, Luciano Ralli e Alessandro Ghinelli. L’amministrazione uscente, alla guida di Ghinelli, non brilla per il dialogo, ancor meno per il confronto, con il governo della Regione. Gli ultimi cinque anni hanno visto la città di Arezzo chiudersi su più fronti: dai bisogni e dalle richieste non ascoltate dei cittadini al rapporto con la Regione stessa – difficile trovare momenti di lavoro congiunto. 

Proseguendo con questa linea, la città rischia di chiudersi maggiormente nel suo autoreferenzialismo, di rimanere ancora più isolata dal resto della regione e di avere un ruolo marginale nell’attuarsi dei progetti futuri. Il momento storico che stiamo vivendo richiede una collaborazione continua e costante tra i soggetti di governo sia territoriale che regionale. È infatti fondamentale che nessuno resti indietro nell’individuazione delle criticità, nella ripianificazione futura, nonché nella redistribuzione dei fondi europei che arriveranno e che dovranno essere utilizzati nel modo più mirato possibile. Arezzo, purtroppo, negli ultimi cinque anni non ha brillato né per la capacità di intercettare finanziamenti europei, né per una progettazione di ampie vedute che potesse indirizzare certi finanziamenti verso il sociale, la rigenerazione urbana, la sostenibilità ambientale – temi che l’Europa chiede di considerare come priorità. La pandemia da Covid-19 ci ha dato l’opportunità di rivalutare le priorità, di ricostruire in modo lungimirante; Arezzo non può permettersi di mancare tale opportunità per la rigidità di un’amministrazione di destra, conservatrice e supponente. 

Gli anni di amministrazione Ghinelli non brillano certo per trasparenza, correttezza ed onestà, né morale né politica. C’è un’inchiesta in corso, con intercettazioni e registrazioni agli atti, che vede coinvolto il Sindaco uscente e candidato, per cui la Magistratura darà un verdetto. La fiducia che ogni cittadino/a esprime attraverso il voto merita non solo l’impegno da parte di chi riceve questa fiducia, ma anche l’onestà, la correttezza e un operato trasparente come elementi basilari dell’azione politico-amministrativa. Luciano Ralli ha dimostrato di mettere in atto questi elementi sia in campo medico, esercitando la sua professione, che a livello politico durante le sue passate esperienze in Consiglio Comunale. Non può esserci un futuro solido e progressista senza la trasparenza e il buon operato di chi si propone alla guida della città, insieme al sostegno di chi condivide con lui valori, progetti, obiettivi. Per questo noi di Sinistra Civica Ecologista Arezzo abbiamo appoggiato Luciano Ralli nella sua candidatura e continuiamo a farlo per il ballottaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento