Scuole. Ghinelli e Tanti: "Il Comune di Arezzo sostiene tutti i servizi aggiuntivi"

“Contributi a scuole e famiglie, dopo le linee guida del 21 settembre, presto sarà online la modulistica. L'ufficio scuola a disposizione per ogni informazione”

“Siamo costretti a tornare nell’argomento tenuto conto che sul tema scuola si è scatenato un dibattito politico che ha lasciato fuori dalla porta la realtà dei fatti innescando un clima di incertezza di cui in questa fase così delicata non se ne sentiva la necessità". L'intervento è quello che porta la firma di Alessandro Ghinelli e Lucia Tanti, rispettivamente sindaco e assessore del Comune di Arezzo, nonché candidati alla corsa elettorale per il rinnovo del governo cittadino.

"Dal 21 di settembre le scuole statali – elementari e medie – hanno ricevuto le linee guida di dettaglio per attivare i pre e i post scuola che hanno modificato le iniziali indicazioni del comitato tecnico scientifico nazionale. Dal 21 di settembre le scuole statali potranno attivare i servizi aggiuntivi seguendo le indicazioni dettate dall'emergenza sanitaria ancora in corso. Il Comune di Arezzo, come ha fatto durante questi cinque anni, sosterrà economicamente e direttamente gli istituti statali con un contributo economico tale da abbattere almeno del 30% il costo per ogni singola famiglia. Per quanto riguarda i nidi e le scuole dell'infanzia, sempre a seguito delle indicazioni ricevute il 21 di settembre, sarà garantito il prolungamento nelle scuole a gestione municipale. A differenza delle elementari e delle medie, nei nidi e nelle scuole dell'infanzia, non sarà possibile attivare servizi aggiuntivi unendo bambini di sezioni diverse, pertanto la dove il numero di bambini della medesima sezione dovesse essere inferiore a 6, sosterremo le famiglie con il bonus conciliazione che sarà finalizzato ad un contributo economico per quei genitori che hanno difficoltà a conciliare i tempi del loro con l'orario dei servizi educativi. Il bonus riguarda anche le famiglie che non usufruiscono dei servizi comunali ma che hanno scelto i servizi gestiti al privato o dal privato sociale. Il buono conciliazione al momento è un fondo di 100mila euro che siamo nelle condizioni di poter rafforzare qualora le richieste fossero in crescita.  Il sostegno alle scuole statali invece supera la soglia dei 100mila euro e anche in questo caso può essere rafforzato in caso di necessità. Presso il sito del Comune saranno online sia la modulistica per il bonus conciliazione che per la richiesta del prolungamento orario per le famiglie i cui figli frequentano i nidi e le scuole dell'infanzia, invece il contributo per i pre e ai post scuola, per le elementari e le medie statali, sarà direttamente erogato agli istituti scolastici attraverso il consueto accordo con i dirigenti. Riassumendo: il Comune di Arezzo sostiene tutti i servizi scolastici aggiuntivi come ha sempre fatto, ed in più, in questo periodo profondamente delicato per le scuole e le famiglie, affianca la formula sperimentale di sostegno economico diretto. Le dichiarazioni che in queste settimane, complice il clima elettorale, hanno inteso gettare ancor più nel panico scuole e famiglie, educatori e insegnanti, sono la dimostrazione di una mancanza di argomenti un po' deprimente, ma soprattutto sono segno di una scarsità di rispetto nei confronti di una città che, come tutta Italia, sta affrontando il momento più difficile in ambito scolastico ed educativo dal dopoguerra ad oggi. A chi continua a diffondere paure e incertezza chiediamo un confronto diretto, a viso aperto". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento