menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assistenza territoriale, il candidato sindaco Donati: "Servizi fondamentali che devono essere potenziati"

Le tematiche sanitarie sono state affrontate in un incontro aperto, con operatori sanitari e cittadini, all’Arena Eden

“Salute e sanità pubblica. Tematiche prioritarie che ho affrontato in un incontro aperto, con operatori sanitari e cittadini, all’Arena Eden e sulle quali non va mai abbassata l’attenzione. Un settore che ad Arezzo rileva eccellenze, alcune da rivalutare e tenere maggiormente in considerazione, ma anche criticità che devono essere affrontate. L’assistenza territoriale è uno degli ambiti che merita particolare riguardo” spiega il candidato sindaco Marco Donati.

“Il cittadino ancora si rivolge al Pronto soccorso per avere risposte rapide. Però è evidente come sia necessario decongestionarlo. La soluzione potrebbe essere quella di potenziare percorsi diagnostici e di prime cure con figure professionali qualificate che ad Arezzo non mancano, che siano di supporto ai medici di medicina generale” aggiunge Donati.

L’emergenza Covid ha messo ancora più in luce difficoltà e disagi della cittadinanza, facendone emergere anche di nuovi, per questo il candidato sindaco ritiene che: “sanità e sociale devono camminare parallelamente e operare insieme facendo fronte all’aumento dei bisogni sanitari e sociali dovuti, anche ad Arezzo, al progressivo invecchiamento della popolazione, all’aumento delle pluripatologie, all’incremento delle patologie croniche, e alla trasformazione del contesto sociale che richiede multiprofessionalità con assistenza domiciliare”. E prosegue quindi Donati: “è importante potenziare la continuità territoriale e il sistema delle cure intermedie, incentivando un nuovo modo di lavorare in team multiprofessionali e multidisciplinari, mettendo in maggiore connessione il medico di comunità e le nuove strutture della medicina generale. Non solo, risulta fondamentale potenziare l’assistenza domiciliare e, dove non sia possibile, sostenere coloro che si prendono cura dei propri familiari e promuovere attività di supporto per non lasciarli soli. Promuovere, quindi, una formazione adeguata e specifica per i caregiver che li sostenga psicologicamente, fisicamente ed emotivamente”.

Anche l’assistenza ai malati terminali merita grandissima attenzione: “ad Arezzo costituisce un fiore all’occhiello grazie, in particolar modo, al progetto Scudo che il Calcit porta avanti da molti anni. In questo ambito anche la sanità pubblica continui a fare la propria parte, in collaborazione, ma soprattutto in supporto al Calcit, come già sta facendo con l’assistenza fornita attraverso l’hospice” afferma Donati.

Nell’evento pubblico all’Arena Eden il candidato sindaco Marco Donati ha avuto modo di confrontarsi con il Coordinamento delle Professioni specialistiche: “convengo sulla necessità di valorizzare le risorse umane del territorio. Arezzo è ricca di professionisti sanitari, sostenendo opportunità per giovani medici e operatori della sanità, che sono uno dei pilastri più solidi del sistema sanitario pubblico”.

Per ultima, ma non tale, l’innovazione tecnologica, uno dei pilastri fondamentali del progetto del candidato sindaco Marco Donati e delle liste che lo sostengono Scelgo Arezzo e Con Arezzo “buone pratiche, come quelle della telemedicina-teleconsulto-fascicolo sanitario elettronico, devono essere portate avanti anche dopo l’emergenza Covid. Quando uno strumento dimostra di funzionare deve essere promosso, non abbandonato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    Il mistero di Coco Chanel, vera influencer prima dei social

  • Psicodialogando

    Sono stato tradito da mia moglie. E adesso?

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento