Il sottosegretario Giorgis incontra Luciano Ralli. "Importanti novità sul futuro del tribunale"

Il sottosegretario alla Giustizia Andrea Giorgis, invitato dal Pd aretino e dal candidato sindaco Luciano Ralli per parlare del futuro del Tribunale di Arezzo, ha annunciato importanti novità

Il sottosegretario alla Giustizia Andrea Giorgis, invitato dal Pd aretino e dal candidato sindaco Luciano Ralli per parlare del futuro del Tribunale di Arezzo, ha annunciato importanti novità

"Laddove la giustizia è assicurata in tempi adeguati e il contenzioso viene ridotto all’essenziale – come dimostrano gli studi economici e di diritto comparato – vi è più sicurezza (reale e percepita) e vi sono più possibilità di crescita e sviluppo. Per quanto possa risultare problematico e impegnativo, occorre dunque che le istituzioni politiche si adoperino per garantire una sempre maggiore ‘certezza del diritto’, sia nei rapporti orizzontali tra i privati, sia nei rapporti verticali tra i cittadini e lo Stato". 

Ha esordito così il sottosegretario alla giustizia Andrea Giorgis, invitato ieri dal Pd aretino e dal candidato sindaco Luciano Ralli per parlare del futuro del Tribunale di Arezzo e dare risposta ai quesiti posti negli ultimi mesi dall’ordine degli avvocati e da quello dei magistrati. Come riferito da Giorgis, il Governo è impegnato ad assicurare all’amministrazione della giustizia nuove e importanti risorse materiali e di personale (completando e ampliando le piante organiche), e ha presentato diversi disegni di legge volti rispettivamente a riformare il processo civile, il processo penale e parte significativa dell’ordinamento giudiziario a cominciare dal Consiglio Superiore della Magistratura

Per quanto riguarda l’organico dei magistrati di Arezzo il Csm ha concluso ieri pomeriggio la procedura per la nomina del nuovo Presidente del Tribunale di Arezzo, deliberando la nomina del dottor Valentino Pezzuti. Accogliendo la proposta del Csm il Ministero ha previsto l’incremento della pianta organica del Tribunale di Arezzo di due unità; e l’incremento della pianta organica della Procura di Arezzo di una unità.

- Ad Arezzo sono stati inoltre assegnati 5 Mot (Magistrato ordinario in tirocinio) che prenderanno servizio in novembre.

- Sul versante del personale della magistratura, con la Legge di bilancio 2020 (comma 432) – occorre ricordare che è stata istituita presso ciascun distretto una dotazione flessibile, una sorta di “task force” di magistrati che potranno essere destinati agli uffici giudiziari del relativo distretto non solo per sostituire magistrati temporaneamente assenti dal servizio, ma anche per far fronte a situazioni critiche di rendimento connesse a cause strutturali o di carattere emergenziale

Il Sottosegretario Giorgis ha poi fatto il punto anche riguardo all’organico del personale amministrativo di Arezzo.

"Nel bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021 sono stati previsti per il Ministero della giustizia stanziamenti per oltre otto miliardi e mezzo di euro (€ 8.582.153.608,00) mentre per il 2020 l’ultima Legge di bilancio ne ha previsti quasi nove miliardi (euro 8.901.562.458,00). Parte significativa di tali risorse è destinata all’assunzione di personale amministrativo. Nel triennio 2019-2021 è prevista l’assunzione di ulteriori 2.903 unità, in deroga al turn over, e con lo stanziamento in bilancio dei fondi per la complessiva pianificazione dei reclutamenti di personale non dirigenziale pari a 8.756 unità nel triennio 2019-2021. Questa iniezione di risorse ha permesso nel corso dell’anno l’ulteriore scorrimento della graduatoria del concorso a 800 posti di assistente giudiziario, con l’assunzione di 635 unità, alle quali si aggiungeranno altri 489 idonei già convocati per la scelta della sede, ed è previsto a breve un ulteriore e finale scorrimento degli ultimi idonei, circa 320 assistenti".

Negli uffici giudiziari di Arezzo sono stati assunti recentemente 3 funzionari giudiziari (presso il Tribunale) e 24 assistenti (14 presso il Tribunale, di cui 4 prenderanno possesso il 28 settembre; 3 presso l’Unep; 6 presso la Procura della Repubblica, di cui uno prenderà servizio il 28 settembre; e 1 presso il Giudice di pace).

"Il futuro del Tribunale e il suo efficientamento - ha concluso il candidato sindaco Luciano Ralli – è un tema centrale per il territorio. Perchè un sistema di giustizia efficiente è anche una risposta concreta al sistema imprese e lavoro, garanzia per gli investitori italiani e stranieri. Le soluzioni annunciate dal sottosegretario alla Giustizia Andrea Giorgis vanno nella direzione di dare concretezza a ciò che noi avevamo auspicato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento