Ralli su Estra e Coingas: "Ghinelli chieda a Macrì e Scortecci un passo indietro"

La nota del candidato a sindaco del centrosinistra dopo gli ultimi sviluppi su Estra e Coingas

"Ghinelli chieda a Macrì e Scortecci un passo indietro". Sono le parole di Luciano Ralli candidato a sindaco per il centrosinistra alle prossime comunali ad Arezzo. Ralli spiega che vorrebbe una campagna elettorale 'libera da ombre e dai sospetti. Ghinelli chiarisca la sua posizione'.

Quello di ieri è stato un coro: dimissioni - scrive Ralli - Sono state chieste ai presidenti di Estra e di Coingas. Decideranno secondo coscienza: spetta a loro. Amendola, presidente di Multiservizi, lo ha già fatto. Io mi permetto di chiedere un gesto al Sindaco Alessandro Ghinelli: liberi la campagna elettorale da ombre e sospetti. Le due nomine, nella sostanza anche se non nella forma, lo hanno visto protagonista. Io posso attendere l'evolversi degli eventi, lui li può determinare. Io vorrei una campagna elettorale basata sul confronto dei progetti e delle idee. Arezzo ha bisogno di soluzioni ai problemi della gente ma perché questo accada, è necessario che Ghinelli chiarisca fino in fondo la sua posizione e inviti sia Scortecci che Macrì a fare un passo indietro, persone che lui stesso ha indicato per le nomine di Coingas ed Estra. Liberiamo la campagna elettorale da ogni sospetto, Io non lo posso fare, lui si. Servono volontà e coraggio. Arezzo si merita una politica sana e lungimirante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento