Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Arezzo 2020 si presenta: "Passione civile e spirito di servizio, in campo oggi e presenti domani"

Francesco Romizi, capolista insieme a Gabriella Cecchi, presenta la squadra a sostegno di Luciano Ralli

 

Continuano a prendere forma le liste che il prossimo 20 e 21 settembre saranno presenti nella scheda elettorale per votare il nuovo sindaco di Arezzo. Questa mattina è stata la volta di "Arezzo 2020 per cambiare a sinistra" che ha presentato la squadra degli aspiranti consiglieri comunali in appoggio alla candidatura di Luciano Ralli sindaco. Una lista che comprende professionalità dei più svariati settori, dalla sanità al mondo della scuola, dell'ambiente, dell'associazionismo e tanto altro. 32 elementi suddivisi tra 17 uomini e 15 donne guidati dai capolista Francesco Romizi e Gabriella Cecchi. Tra di loro nomi noti come l'ex assessore della giunta Fanfani, Franco Dringoli e l'ex candidato a sindaco nel 2015, Roberto Barone. 

Ecco tutti i nomi che compongono la lista "Arezzo 2020 per cambiare a sinistra": Francesco Romizi, Gabriella Cecchi, Iole Baldi, Francesco Agostini detto Ago, Cecilia Beoni, Riccardo Mario Azzara, Maria Maddalena Bordo detta Marilen, Dino Baglioni, Anny Rocio Caballero Chavez, Roberto Barone, Susanna Cirri, Gabriele Coleschi, Nicoletta De Santis, Roberto Del Gamba, Camilla Gianni, Franco Dringoli, Giulia Mori, Riccardo Fois, Carla Nassini, Alessandro Garofoli, Claudia Ortiz, Giovanni Liberatori, Anna Pagano, Riccardo Mandolini, Lucia Pastorelli detta Luciana, Mario Mirelli, Barbara Peruzzi detta Uzzi, Guido Pasquetti, Paola Refice, Daniele Peruzzi, Fabrizio Trippi e Luciano Vaccaro.

Il programma di Arezzo 2020: gli 8 temi principali

Lavoro: sostegno al settore manifatturiero, al turismo lento e di qualità, ad una agricoltura a filiera corta, a negozi di vicinato e artigiani; stop nuovi centri commerciali; riconversione ecologica per nuovi e buoni lavori; diritti certi per tutti i lavoratori. Ambiente: rifiuti da scarti a risorsa senza aumento dell'incenerimento; acqua pubblica senza profitto; mobilità alternativa alle auto; rigenerazione urbana delle aree degradate; opere idrauliche contro il dissesto. Scuola: servizi per l'infanzia per tutti; contrasto della dispersione scolastica; messa in sicurezza di ogni scuola; università e città unite e in sinergia. Salute: Più prevenzione, più servizi sanitari territoriali; ospedale di qualità; cura e assistenza delle malattie croniche; promozione dello sport di base fattore anche di salute. Politiche sociali: Contrasto attivo di disuguaglianze sociali, solitudini e povertà; supporto per le fragilità, specie per anziani, minori, disabili; un welfare municipale con tutte le energie locali. Cultura: bene comune, non merce; valorizzazione dei tesori storici e sostegno ai nuovi fermenti; rilancio delle strutture e spazio alla creatività giovanile e contemporanea. Città unita: una città delle relazioni e della partecipazione; integrazione e convivenza tra aretini e cittadini di origine straniera; pari dignità tra centro, quartieri, frazioni; lotta alle discriminazioni di ogni genere. Questione morale: onestà, trasparenza, rispetto della legge, rigore, spirito di servizio nell'assoluto interesse pubblico. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento