Venerdì, 25 Giugno 2021
Elezioni-2020

Palazzini (Fdi): "Sicurezza, il centrosinistra non dice nulla"

Nota di Francesco Palazzini, candidato di Fratelli d'Italia alle comunali di Arezzo: "Più controllo su immigrazione irregolare e regolare"

Francesco Palazzini

Nota di Francesco Palazzini, candidato di Fratelli d'Italia alle comunali di Arezzo. 

"I più accreditati sondaggi danno il candidato del Pd Giani in parità o in vantaggio dello 0.5% sulla candidata del centrodestra, Susanna Ceccardi; i medesimi vedono nel collegio di Arezzo e Provincia il candidato del Pd indietro di 5 punti percentuale.

Alcuni analisti indicano, a parziale spiegazione  dell’equilibrio nella competizione elettorale regionale, il poco appeal del candidato Giani: la sua formazione socialista, craxiana ed in ultimo renziana, è mal digeribile dalla sinistra più radicale, antagonista e grillina, ed il suo Sì al referendum costituzionale è più di convenienza che di convinzione.

Ma la vera debolezza di Giani, già nottata anche per il candidato Ralli ad Arezzo, è la fumosita del suo programma su alcuni punti come la sicurezza, tema non marginale in termini di politica regionale.

La posizione di Fratelli d’Italia sul tema sicurezza è legata a doppio filo al tema dell’immigrazione irregolare e pure – mi si passi la puntura di spillo – quella regolare attuata secondo criteri buonisti e relativisti (ad esempio l’ultima sanatoria marchiata Italia Viva ed avallata dal governo tutto) che hanno prodotto e producono un concentrato di insicurezza e rabbia sociale, che non è misurabile solo con le percentuali dei crimini commessi. E’ un problema più profondo.

Cosa dicono Ralli o Giani in proposito? Nulla. Se provassero solo a porre la questione, il loro blocco sociale di riferimento si scioglierebbe come neve al sole.

Ritengo invece che il compito di una politica seria e responsabile in materia di sicurezza non sia solo quello di tamponare le falle che quotidianamente vengono a crearsi anche per colpa di una scellerata politica immigrazionista voluta a livello nazionale, ma porre solide basi investendo anche su personale addetto al monitoraggio del territorio alle dirette dipendenze delle amministrazioni e su partnership importanti studiate e perfezionate con tutti gli operatori di sicurezza che possano aiutare a garantire un presidio serio e costante del territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzini (Fdi): "Sicurezza, il centrosinistra non dice nulla"

ArezzoNotizie è in caricamento