Giovedì, 24 Giugno 2021
Elezioni-2020

"Cento milioni per il San Donato: sarà il laboratorio della sanità toscana nei prossimi anni"

Due appuntamenti per discutere il futuro di quella aretina e toscana per il candidato sindaco Luciano Ralli. Oggi con Federico Gelli e Lucia De Robertis e domani con Enrico Rossi

Luciano Ralli

Due appuntamenti per discutere il futuro di quella aretina e toscana per il candidato sindaco Luciano Ralli. Oggi, martedì 15 settembre, alle 16, nella Casa delle Energie in via Leone Leoni: “La sanità post covid”. Con Ralli ci saranno Federico Gelli, Presidente della Fondazione Italia in Salute e Lucia De Robertis, vice Presidente del Consiglio regionale e candidate nella lista Pd alle regionali.

Domani, mercoledì 16 settembre, alle ore 18,  Ralli sarà in piazza San Francesco con Enrico Rossi, Presidente della Giunta regionale. Tema: “Toscana, la sfida della salute”.

“In queste ore l’emergenza è tornata ad essere il Covid – commenta Ralli. E’ il tema prioritario che, però, non deve far mettere nel cassetto il tema investimenti per il San Donato. La ripresa della curva dei contagi è, naturalmente e giustamente, la principale preoccupazione di tutti. La sanità pubblica, e penso sia alla Regione Toscana che alla Asl Tse, stanno affrontando bene anche questa ripresa della diffusione del contagio.

L'esperienza fatta nei mesi scorsi ci consentirà, però, di non focalizzare l'attenzione solo sul Covid. L'Asl Tse, d'intesa con la Regione, ha messo a punto un piano d'investimenti capace di rendere Arezzo il laboratorio della sanità toscana nei prossimi 10 anni.

Il futuro sindaco dovrà giocare non una partita da spettatore in tribuna ma da protagonista in campo. La chiave di volta sono i finanziamenti: non basta affermare il valore della sanità pubblica ma bisogna metterle a disposizione le risorse, finanziarie e umane, per rendere concreto e percepibile dai cittadini questo valore.

 L'obiettivo, tra risorse europee, nazionali e regionali, è di 100 milioni di euro, necessaria sia per il San Donato sia per la medicina territoriale e la costruzione di una rete integrata dei servizi sociali e socio-sanitari. Questo è il mio impegno, condiviso con Eugenio Giani nella consapevolezza che solo un forte asse tra Firenze e Arezzo potrà garantire il raggiungimento degli obiettivi che ci siamo dati anche nella prospettiva di un “tagliando” – impegno assunto da Giani -  alla macchina della sanità toscana per renderla ancora più aderente alle aspettative dei cittadini e degli operatori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cento milioni per il San Donato: sarà il laboratorio della sanità toscana nei prossimi anni"

ArezzoNotizie è in caricamento