menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

M5S: "Le nostre idee per la Giostra: pacchetti turistici ad hoc e nuovi costumi"

I Cinque Stelle propongono di rinnovare i costumi, riciclando gli attuali mettendoli a disposizione dei turisti, quindi cene a tema e pacchetti turistici

In questa campagna elettorale è stata più volte posta la domanda sulla Giostra del Saracino. Parte da questa considerazione la nota del Movimento 5 Stelle di Arezzo che prova a fornire il proprio contributo per 'valorizzare, esaltare e rendere la rievocazione medievale così rilevante da farne un'attrattativa turistica associata al nome di Arezzo'.

"La Giostra deve principalmente diventare “autonoma” dal punto di vista finanziario e quindi avere solidità. Per questo, tra le varie proposte del nostro programma (consultabile anche online sul sito www.movimento5stellearezzo.it ) c’e’ l’apertura nella parte bassa della città di un punto vendita ufficiale di gadgets ed articoli promozionali (ecologici ed ecosostenibili) dal brand tutto Aretino, oltre alla creazione di pacchetti turistici che comprendano le cene presso i quartieri. Cene dal menù tipico, realizzate con prodotti del nostro territorio e al passo coi tempi, ricche di alternative vegetali e gluten free. I quartieri e le loro iniziative sono, e possono maggiormente diventare, un centro di aggregazione e integrazione sociale sui quali puntare, anche come presidi di sicurezza e solidarietà. Agli occhi del turista, e non solo, ogni iniziativa folkloristica, educata e accomodante è sempre un ottimo biglietto da visita".

E tra i suggerimenti del M5S c'è quello di rinnovare i costumi dei figuranti mettendo quelli attuali a disposizione dei turisti.

"I costumi, ormai eccessivamente vissuti, potrebbero essere riciclati, facendoli indossare al turista per una foto ricordo, e sostituiti con modelli nuovi, valutati da un apposito studio e più inerenti alla realtà dell’epoca. Un tuffo nel passato, quindi, non solo nei costumi, ma anche attraverso un tour nella storia dei campi prova, in quella dei quartieri, nelle regole del gioco: musei a cielo aperto da visitare tutto l’anno. Queste sono solo alcune delle tante idee in programma, alcune a costo zero, altre realizzabili attingendo da appositi fondi. Proposte per le quali auspichiamo il continuo confronto avviato con tutti i quartieri, i cittadini, gli operatori economici della città e, in generale, chiunque abbia interesse a migliorare Arezzo anche in questa sua peculiare iniziativa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Documenti

E' ufficiale: la Toscana resta in zona gialla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    I fiocchi di Carnevale

  • Attualità

    100 candeline per nonna Rosa

  • Psicodialogando

    L’uomo è davvero più interessato al sesso della donna?

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento