Mariano si candida con Patto Civico. C'è anche l'attivista dei gruppi di acquisto solidale

Nuovi nomi vanno a riempire le liste per le elezioni amministrative di settembre. Scognamiglio e Camiolo hanno scelto di sostenere Daniele Farsetti di Patto Civico

Simona Camiolo e Mariano Scognamiglio

Mariano Scognamiglio è pronto a entrate in politica. Ha scelto di candidarsi con Patto Civico che sostiene Daniele Farsetti per la carica di sindaco. 51enne, nato a Napoli, ha poi deciso di vivere ad Arezzo ormai da 16 anni. Pochi mesi fa è salito alla ribalta locale e nazionale per la puntata di 4 Ristoranti alla quale ha preso parte con il suo ristorante che si trova a Saione e che si chiama appunto Mariano.

Ha lauree in informatica ed ingegneria dei sistemi informatici università di Salerno, In corso laurea magistrale in “digital humanities” presso l’università di Pisa. Ha lavorato in ambito informatico come IT-manager. Esperienze televisive in ambito nazionale e nel campo della recitazione. I temi su cui intende impegnarsi in caso di elezione in consiglio comunale sono "i diritti della comunità Lgbt, quelli dei diversamente abili, rendere Arezzo una città “pet friendly” e la sicurezza e valorizzazione delle zone periferiche rilanciando, ad esempio, il quartiere Saione attraverso l’apertura di piccole attività commerciali, maggiori presidi e favorendo l’introduzione di aree pedonali. In ultimo, valorizzando le eccellenze aretine, diffondendo la cultura del cibo come fonte di benessere."

C'è un altro nome che la lista di Patto Civico ufficializza oggi. E' quello di Simona Camiolo, 53 anni, laureata allo Iulm. Nata a Lodi, trasferita ad Arezzo 15 anni fa per la bellezza della città e delle sue vallate. Parla 4 lingue e svolge il lavoro di traduttrice. Da sempre attiva nell’impegno civile sia nel lodigiano che nell’aretino, ha dedicato la maggior parte degli ultimi 27 anni alla cura dei suoi 3 figli. A loro è molto grata per averle dato la possibilità di conoscere e apprezzare dall’interno il panorama culturale giovanile della nostra città. Negli anni Ottanta ha aderito ai primi comitati ambientalisti favorendo l’introduzione delle prime esperienze di raccolta differenziata. Si occupa con passione dei Gruppi di Acquisto Solidale (Gas) della zona che agiscono per un’economia sostenibile per i piccoli produttori locali esclusi dalla grande distribuzione e che si impegnano a favore di un’agricoltura ecologica nel pieno rispetto dell’ambiente e della salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento