Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La promessa di Giani: "Arezzo avrà un ruolo centrale per la Toscana". Sanità, economia e l'assist a Luciano Ralli

Il presidente della Toscana, ad Arezzo per sostenere Ralli, commenta l'esito delle regionali dando uno sguardo al futuro di Arezzo, partendo dalla sanità

 

"Arezzo è e sarà un asse centrale e strategico per la Regione". A nemmeno di una settimana dalla vittoria che lo ha eletto presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani torna ad Arezzo a sostegno di Luciano Ralli impegnato nel primo evento della nuova campagna elettorale, quella che volge lo sguardo al ballottaggio.

"Sono molto contento dalla vittoria del centrosinistra alle regionali - confessa Giani - mi aspettavo di vincere, non avevo dubbi nonostante quello che dicevano certi sondaggi. Ero convinto di potercela fare, ma non mi aspettavo di raggiungere il 48,5 per cento. E' stato un risultato che è andato oltre le mie aspettative".

Ad accogliere Giani a due passi da Piazza San Francesco c'erano Lucia De Robertis e Vincenzo Ceccarelli, più che confermati in Regione a suon di preferenze. E proprio la presenza di De Robertis e Ceccarelli offre l'assist per parlare della prossima Giunta e dei vari incarichi che dovranno essere assegnati.

"Arezzo avrà un ruolo importante in Toscana - sottolinea Giani - per quanto riguarda la Giunta ne riparleremo tra 20 giorni. Vanno visti certi equilibri e devo ancora fare mente locale su questo tema. Vi garantisco che questo è l'unico modo in cui posso rispondere non solo ad Arezzo ma anche in tutte le altre realtà".

Intanto però sul tema della salute e della sanità il presidente della Toscana lancia un messaggio quanto mai chiaro.

"Il San Donato avrà un ruolo di primo piano, di centralità, strategico. Arriveranno risorse per la ristrutturazione di un ospedale tra i più importanti in Italia. Non dimentichiamoci del ruolo che ha svolto durante la prima ondata dell'emergenza Covid-19. Arezzo lo considero come un quadrifoglio: al centro il San Donato e attorno gli ospedali delle quattro vallate a cui dedicheremo l'attenzione che meritano. E contemporaneamente all'emergenza sanitaria, affronteremo anche quella economica, sostenendo l'economia locale che, ad Arezzo, vuol dire in modo particolare il settore orafo".

Ma oltre ai progetti regionali per la città c'è un candidato a sindaco da supportare.

"Il risultato ottenuto da Luciano Ralli nel primo turno è ancor più positivo di quello che ci potevamo attendere. Adesso può scattare una mobilitazione come è accaduto anche per me. Recuperare i punti di diffenrenza con Ghinelli? guardando la geografia politica degli altri candidati è possibile".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento