Elezioni-2020

Intesa e Bper su Ubi, De Robertis: "Chiediamo chiarezza per l'economia aretina"

La scalata ad Ubi Banca comporterà infatti l'obbligo di cedere 532 filiali, di cui, sembra, 30 in Toscana, che dovrebbero passare a Bper. E delle 30, 18 sarebbero nell'aretino

"Chiarezza da Intesa e Bper sugli effetti della scalata ad Ubi per l'economia aretina, per i livelli occupazionali e per la necessaria conferma di massima attenzione  alle esigenze del territorio." Questo quando chiesto da Lucia De Robertis vice presidente del consiglio regionale uscente e candidata alle regionali con la lista del Partito Democratico.

"Le vicende del risiko bancario nazionale avranno effetti anche nella provincia di Arezzo. La scalata ad Ubi Banca comporterà infatti l'obbligo di cedere 532 filiali, di cui, sembra, 30 in Toscana, che dovrebbero passare a Bper. E delle 30, 18 sarebbero nell'aretino."

L'auspicio, a questo punto, è che Banca Intesa e Bper rendano chiari e pubblici i loro programmi , offrendo al nostro territorio le necessarie garanzie sul mantenimento  dei livelli occupazionali, necessari per una reale adeguata offerta di servizi alle imprese, che hanno bisogno, per ripartite con lo slancio necessario a recuperare quote di mercato e fatturati depressi dal Covid,  di un sistema bancario prossimo che conosce storia, vocazioni e potenzialità  della nostra economia. A partire da quella dell'oro E che mantenga in loco le attuali funzioni strategiche e decisionali.

Nel rispetto dell'autonomia delle realtà  bancarie coinvolte, è  però  dovere delle istituzioni operare per difendere quello che è  un patrimonio del territorio, perché alimentato dalle risorse anche qui generate in un dialogo e in una collaborazione proficua per tutti i soggetti coinvolti. Bancari, imprenditoriali, sociali."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intesa e Bper su Ubi, De Robertis: "Chiediamo chiarezza per l'economia aretina"

ArezzoNotizie è in caricamento