Alpe di Poti, Donati: "Serve monitoraggio ambientale e valorizzazione". Le proposte

Tra le idee del candidato a sindaco la mappatura dei sentieri ciclopedonali, bonifica delle discariche presenti, valorizzazione sportiva del sentiero di Pietramala e la formazione di una piccola squadra di Vigili urbani per il monitoraggio del territorio a livello ambientale

Nei giorni scorsi il candidato sindaco Marco Donati ha raccolto la segnalazione di alcuni abitanti della frazione di Misciano recandosi, insieme a loro, all’Alpe di Poti per constatare alcune situazioni di degrado legate all’abbandono di rifiuti e girare un breve video dove illustra alcune idee per la valorizzazione dell’area.

“Poti è la montagna degli aretini, un luogo da tutelare e valorizzare sia dal punto di vista ambientale che da quello turistico – spiega il candidato sindaco Marco Donati.-  La salita che conduce verso l’Alpe di Poti è oggi conosciuta a livello internazionale grazie all’Ardita, la ciclostorica che ha reso la città di Arezzo nota anche nel mondo dei cicloamatori e del ciclismo storico. Nei giorni scorsi, ho ascoltato le più che legittime considerazioni di alcuni concittadini che lamentano la presenza di discariche abusive ed ho constatato di persona l’abbandono di rifiuti sopra la frazione di Misciano e in altri punti della zona di Poti”.

“Con le liste civiche che sostengono la mia candidatura a sindaco, Scelgo Arezzo e Con Arezzo, intendiamo investire sul turismo delle 3S: sano, sicuro e sostenibile – prosegue Donati.- Un nuovo modello che permetta di allargare l’offerta turistica di Arezzo alle bellezze paesaggistiche e naturali dei territori limitrofi grazie ad una serie di percorsi ciclopedonali che, dalla città, si snodano verso la campagna. Occorre dunque mappare questi sentieri, geolocalizzare i punti di ristoro e valorizzare alcuni luoghi che oggi sono, purtroppo, oggetto di degrado, creando sinergie con il Cai, le guide turistiche, le guide ambientali escursionistiche e le associazioni. E’, inoltre, necessario bonificare le discariche presenti”.

“Poti può e deve tornare ad essere un luogo maggiormente fruito, uno spazio per gli aretini e le loro famiglie, un luogo attrattivo per sportivi, turisti e amanti della natura- conclude il candidato sindaco.- A tal proposito dobbiamo valorizzare le manifestazioni sportive già esistenti come L’Ardita, organizzandone di nuove con il coinvolgimento delle tante società sportive aretine. La nostra proposta è quella di promuovere una corsa podistica Arezzo-Anghiari sul sentiero di Pietramala che porti tanti sportivi provenienti da tutta Italia a godere delle bellezze dei nostri luoghi.”

Infine, il candidato sindaco Marco Donati propone di formare una piccola squadra di Vigili urbani dedicata al monitoraggio del territorio con particolare riferimento ai temi ambientali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento