menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ambiente, Donati: "Abbattere dal centro le polveri sottili, non gli alberi"

Il candidato sindaco: “Ripensiamo lo spazio urbano in un’ottica sostenibile”

“Già nei primi giorni di gennaio di quest’anno, la centralina di rilevazione delle polveri sottili di piazza della Repubblica aveva rilevato numerosi sforamenti nel livello delle polveri sottili: le Pm10. – dichiara il candidato sindaco Marco Donati.- Una situazione non nuova, purtroppo. I numeri che riportano i sistemi Arpat non sono certo lusinghieri, considerando che viviamo in una città piccola ma con livelli di congestionamento dell’aria tutt’altro che positivi.”

Cosa fare quindi? “Dobbiamo promuovere iniziative utili a rendere Arezzo una smart city, un esempio di città intelligente e sostenibile, con l’aiuto di soluzioni innovative e tecnologiche integrate. Dobbiamo ripensare lo spazio urbano in un’ottica sostenibile, dal punto di vista energetico ed ambientale, decongestionando il centro, promuovendo una mobilità sostenibile attraverso incentivi all'uso di mezzi pubblici e biciclette, potenziando il servizio di bike sharing e favorendo l’uso di mezzi elettrici o ibridi”.

“La presenza delle polveri sottili nella nostra città ha raggiunto, nei mesi passati, valori di gran lunga superiori al limite di legge. Questo rappresenta un fattore pericoloso per la salute dei nostri cittadini. Servono azioni e iniziative che favoriscano l’utilizzo di mezzi alternativi all’auto privata per contrastare il congestionamento del traffico e ridurre le emissioni inquinanti. Serve una strategia complessiva che agisca in maniera integrata sui diversi aspetti della mobilità attraverso la creazione di una rete continua di piste ciclabili. Non possiamo più permetterci un reticolo di piste frammentato e con numerose interruzioni” prosegue il candidato sindaco.

“L’impegno- termina Donati - è quello di decongestionare rapidamente Piazza della Repubblica che oggi, tra le zone monitorate da Arpat, è la quarta in Toscana per presenza di polveri, e si posiziona nella parte più bassa di questa classifica già fortemente negativa”.

Rispetto alla recente polemica sul taglio degli alberi, Donati afferma: “Di certo continuare a eliminare gli alberi del centro città non aiuta ad avere un’aria più respirabile e pulita. Spero si possa ripensare questa decisione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    I fiocchi di Carnevale

  • Attualità

    100 candeline per nonna Rosa

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento