"Ampliamento dell'aeroporto di Molin Bianco: tutto tace, ma c'è una mina vagante"

L'intervento del Comitato contro l'ampliamento dell'aeroporto e del presidente Roberto Barone, candidato al consiglio comunale con Arezzo 2020

Roberto Barone, presidente del comitato contro l’ampliamento dell’aeroporto di Molin Bianco candidato al Consiglio Comunale lista "Arezzo 2020 per cambiare a sinistra", inteviene sulla sitauzione dell'infrastruttura. 

Nei dibattiti di questa campagna elettorale per le elezioni amministrative non mi sembra che sia stata trattata pubblicamente da alcuna lista civica o forza politica la questione dell’aeroporto di Molin Bianco ed il suo futuro. Ma la mina vagante c’è. E’ passato sotto traccia l’inserimento voluto dal sindaco uscente nel Piano Strutturale/ Piano Operativo dell’ampliamento dell’aeroporto di Molin Bianco. Dal 2001, da quando alcuni di noi cittadini ci costituimmo nel Comitato Contro l’Ampliamento dell’Aeroporto di Molin Bianco, siamo stati sempre attenti e pronti, in nome della sicurezza, della qualità della vita e della salvaguardia dell’ambiente, a contrastare i vari tentativi intrapresi e siamo riusciti finora a far respingere ben tre progetti di ampliamento con argomentazioni tecniche e ben fondate. Anche in quest’ultimo caso abbiamo presentato quattro osservazioni ai suddetti piani, il cui esito, c’era comunque da aspettarselo, non è stato a noi favorevole. 
E’ bene che i cittadini sappiano, in particolar modo quelli abitanti nelle zone limitrofe lato Tortaia e lato Pescaiola nonché studenti, genitori e personale scolastico delle due scuole di via Alfieri (elementare e media), che, se alle prossime elezioni si affermasse nuovamente il centrodestra, bisognerà prepararsi a contrastare faticosamente ancora una volta il nuovo progetto. 
Di contro, come presidente del comitato e come candidato consigliere comunale con la lista “Arezzo 2020 per cambiare a sinistra”, ho ottenuto l’impegno da parte del candidato sindaco, Luciano Ralli,  che, con la vittoria alle prossime elezioni amministrative, si attiverà per stralciare la previsione dell’ampliamento dagli strumenti urbanistici. 
Dopo 19 anni ci sono i presupposti affinché finalmente e definitivamente i cittadini di Tortaia e l’intera città potranno godere del nuovo Parco Urbano di Molin Bianco, da noi sempre proposto come alternativa “verde” ad un ampliamento della pista e ad una intensificazione del traffico aereo.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento