Lunedì, 26 Luglio 2021
Politica

Elezioni 2018, alla Camera verso la sfida tra D'Ettore e Donati con l'incognita 5Stelle

Manca ancora un giorno e mezzo alla scadenza della presentazione delle candidature ufficiali per le elezioni politiche del 4 marzo, ma le principali sfide nel territorio aretino stanno prendendo corpo. Soprattutto dopo che una notte dai lunghi...

D'ettore-donati-camera

Manca ancora un giorno e mezzo alla scadenza della presentazione delle candidature ufficiali per le elezioni politiche del 4 marzo, ma le principali sfide nel territorio aretino stanno prendendo corpo. Soprattutto dopo che una notte dai lunghi coltelli al Nazareno ha partorito il puzzle per l'uninominale e il proporzionale alla Camera e al Senato.

Alla Camera si va verso la sfida tra Felice Maurizio d'Ettore, professore universitario e coordinatore provinciale di Forza Italia e Marco Donati del Partito Democratico, deputato uscente, posizionato dalla direzione nazionale del Pd all'uninominale alla Camera. Con l'incognita Cinque Stelle che con le parlamentarie hanno scelto solo i candidati per la parte proporzionale e nel territorio aretino hanno blindato l'uscente Chiara Gagnarli di Terontola, capolista alla Camera e Tiziano Mugnai di San Giovanni Valdarno che correrà per quarto. Al Senato invece il capolista è il Gregorio De Falco, l'ex comandante della capitaneria di porto di Livorno che al telefono con Schettino gli ordinò di ritornare a bordo della Concordia nella notte del naufragio, seguito al secondo posto dall'avvocatessa di Bucine Donella Bonciani.

I due nomi dell'uninominale invece non sono ancora noti, ma solo per qualche ora, perché il gruppo dirigente del Movimento Cinque Stelle dovrebbe ufficializzarli a breve, saranno probabilmente teste di serie e non è scontato che Arezzo ne abbia qualcuno in particolare vista la vicenda Banca Etruria.

Per ognuno di questi candidati all'uninominale alla Camera da considerare il territorio con il quale è composto il collegio: Arezzo città, Valtiberina, Casentino, parte del Valdarno (Bucine, Castiglion Fibocchi, Cavriglia, Montevarchi, Laterina, Pergine e San Giovanni) e parte della Valdichiana (Monte San Savino e Civitella), mancherà invece la parte più grande della Valdichiana che è inserita nel collegio di Siena.

A questo punto Stefano Mugnai è dato per certo come capolista al proporzionale alla Camera, Forza Italia vuole così blindare il suo coordinatore regionale che dai banchi del consiglio toscano ha portato avanti, tra le altre, le battaglie sulla sanità.

La Lega Nord intanto piazza Claudio Borghi a Siena che se la vedrà con Pier Carlo Padoan e anche qui il tema delle banche, immaginiamo la farà da padrone in campagna elettorale. stando così le cose c'è da capire dove verrà posizionato da parte della Lega il sindaco di Castiglion Fiorentino Mario Agnelli, se le voci insistenti dei giorni scorsi fossero confermate. Probabile un posto nel listino. Sembra molto accreditata la voce su Tiziana Nisini che il partito di Matteo Salvini vorrebbe proporre per una sfida di alto livello, ma difficile, come potrebbe essere quella dell'uninominale.

A sinistra è ufficiale la candidatura di Guido Pasquetti all'uninominale al Senato per Liberi e Uguali, correrà nel collegio 12 della Toscana, quello che per il Pd avrà come candidato Padoan e come territorio di riferimento quello senese, ma che comprende appunto anche 5 comuni della Valdichiana aretina come Castiglion Fiorentino, Cortona, Marciano della Chiana, Foiano e Lucignano. Da Liberi Uguali esce anche il nome di Ivano Ferri probabile all'uninominale alla Camera, con Roberto Speranza al proporzionale.

Mentre Potere al Popolo ha presentato le candidature aretine di Fausto Tenti, Cristina Betti, Mauro Meschini e Nimai Mattia Cadenazzi.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2018, alla Camera verso la sfida tra D'Ettore e Donati con l'incognita 5Stelle

ArezzoNotizie è in caricamento