Due Mari, in corso la progettazione di due lotti aretini. Botta e risposta Ceccarelli-Casucci

Il consigliere leghista: "C'è silenzio sul futuro dell'opera", l'assessore: "Veramente il Governo ha da poco finanziato la progettazione di tratta mancanti"

Botta e risposta sul futuro della Due Mari, con qualche novità all'orizzante. L'assessore regionale alle Infrastrutture e ai trasporti Vincenzo Ceccarelli spiega che ci sono 8 milioni di euro stanziati per la progettazione dei tratti mancanti.

La nota del Consigliere Casucci

Ieri Casucci (Lega) ha scitto: "Invito l'assessore regionale ai Trasporti e Infrastrutture Ceccarelli a muoversi nei confronti del Governo ed il ministro De Micheli a prendere atto dello stato dei lavori della strada "Due Mari", E78 Grosseto – Fano, bloccati da troppo tempo nel tratto della Valtiberina. Intendo abbattere il muro di silenzio che circonda quest'opera. E’ nell’interesse di tutti che la Valtiberina, che continua a pagare un gap infrastrutturale inammissibile, abbia gli adeguati e moderni collegamenti con il resto della provincia di Arezzo e della Toscana -dichiara il Consigliere regionale - E' il momento di portare a compimento la "Due Mari" in quanto fondamentale per la circolazione e lo sviluppo economico della Toscana e dell'Italia centrale. Da più parti, istituzionali e politiche, arrivano appelli per portare a termine quest'opera infrastrutturale di cui si parla da decenni".

La risposta di Ceccarelli

“Siamo contenti che il consigliere Casucci abbia scoperto la Due Mari, che è un’opera strategica non soltanto per la Valtiberina ma per tutto il territorio aretino e per la Toscana. Un’opera per la quale in questi mesi è in corso la progettazione sia del lotto relativo al nodo di Arezzo da San Zeno a Palazzo del Pero sia del lotto Le Ville di Monterchi connessione E45”. Si apre così la dichiarazione dell’assessore regionale a trasporti e infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, in risposta a un intervento nel quale il consigliere della Lega lo sollecita a intervenire presso il Governo per sbloccare l’opera. “Si tratta - spiega Ceccarelli - di una questione che purtroppo va avanti da molto, troppo, tempo e che con il nuovo Governo siamo riusciti a riattivare grazie anche alla sensibilità sul tema dimostrata dal ministro De Micheli. Infatti la progettazione dei tratti mancanti è stata finanziata con un un investimento di 8 milioni di euro”. “Curioso  - prosegue l’assessore - che Casucci ogni tanto scopra temi nuovi per fare comunicati stampa. Ancora più grave che lo faccia adesso, dopo che il Governo gialloverde, di cui facevano parte due sottosegretari alle infrastrutture a lui politicamente molto vicini, aveva messo in stand-by tutta l’opera rinviando l'appaltabilità dal 2020 al 2022 senza che Casucci dicesse mezza parola. Finalmente con il nuovo Governo sono state accolte anche le nostre richieste e l’iter si è rimesso in moto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento