rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Politica San Giovanni Valdarno

La discarica di Podere Rota chiusa ai rifiuti urbani dal 31 dicembre. Restano quelli speciali

La nota del centrosinistra di Sam Giovanni Valdarno: parte dell'opposizione ha preferito la demagogia

Nota del gruppo consiliare Centro sinistra per San Giovanni Valdarno a proposito di Podere Rota.

"Mercoledì 22 settembre la Giunta Regionale Toscana ha approvato una mozione che pone definitivamente la parola fine alla chiusura della discarica di Podere Rota, rispettando così il termine fissato dalla Delibera 485 del 25 Giugno 2013. Questa risoluzione della Commissione Ambiente, pur riguardando tutta la Regione, viene dopo la presentazione del documento firmato da Centro Sinistra per San Giovanni, Movimento 5 Stelle e Lega Salvini premier e che i capigruppo del nostro consiglio hanno consegnato all’assessore Monni. Abbiamo quindi visto accogliere in parte le nostre richieste di chiusura ma anche l’inizio di un nuovo modo di vedere rifiuti. Noi vogliamo leggere, nella scelta della Commissione, un cambio di paradigma sulla politica Regionale dei rifiuti e anche il punto di arrivo di mesi di impegno e sforzi. Abbiamo coinvolto in un lavoro corale tutti i comuni del Valdarno, li ricordiamo nell’inchiesta pubblica, che ha avuto, se non altro, il pregio di sensibilizzare l’opinione pubblica, soprattutto alla luce degli inquietanti rapporti di Arpat. Siamo consapevoli del fatto che manca ancora un ultimo importante tassello per completare l’opera: impedire anche il conferimento dei rifiuti speciali, perché si rischia altrimenti di pregiudicare il processo di bonifica previsto dalla legge. Si va avanti un passo alla volta, continueremo a mettercela tutta, come sempre, per difendere la salute dei nostri cittadini, l’ambiente e l’ecosistema in cui viviamo. Una riflessione su coloro che dai banchi dell’opposizione continuano a gridare allo scandalo e puntano il dito contro la nostra maggioranza: sapevamo tutti quanto fosse difficile quello che ci proponevamo di fare insieme, hanno deciso di rompere un percorso e un accordo preso in consiglio comunale per i poveri interessi della loro politica astiosa. Siamo consapevoli del fatto che non hanno più molti argomenti per criticare, ma se ne facciano una ragione, non c’è nessuna cospirazione, c’è solo il loro isolamento. Intanto le scelte regionali ci stanno dicendo che dal 31/12/2021 non verranno più conferiti rifiuti urbani nella discarica di Podere Rota. Potevano contribuire con qualche idea ma hanno preferito la demagogia, l’umiliazione delle nostre istituzioni e di tutto il Consiglio Comunale, quella notte del giorno 8 Luglio, quando si sono spinti a votare contro la richiesta di chiusura della discarica di Podere Rota”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La discarica di Podere Rota chiusa ai rifiuti urbani dal 31 dicembre. Restano quelli speciali

ArezzoNotizie è in caricamento