Depuratore di Monsigliolo, Casucci e Casi (Lega Nord): "Serve chiarezza"

“L’attuale situazione relativa al depuratore cortonese di Monsigliolo-affermano Marco Casucci e Tiziana Casi, rispettivamente Consigliere regionale della Lega Nord e Commissario provinciale-testimonia, ancora una volta, l’incapacità ed il totale...

acqua1

“L’attuale situazione relativa al depuratore cortonese di Monsigliolo-affermano Marco Casucci e Tiziana Casi, rispettivamente Consigliere regionale della Lega Nord e Commissario provinciale-testimonia, ancora una volta, l’incapacità ed il totale disinteresse da parte dell’amministrazione comunale di Cortona, nell’affrontare i reali problemi che coinvolgono il nostro territorio.” “Stiamo parlando di ambiente-insistono Casucci e Casi-un settore che interessa tutti i cittadini cortonesi che sono stufi di assistere alla classica e censurabile tattica dello scaricabarile.” “Urge un intervento radicale ed immediato-sottolineano gli esponenti leghisti-per scongiurare che la vicenda assuma toni ancor più preoccupanti.”

“Facciamo, dunque, nostra la posizione del “Comitato tutela di Cortona” - proseguono i rappresentanti del Carroccio- che, confermando, la potenziale gravità della vicenda, ha lodevolmente messo immediatamente a disposizione degli organi preposti, i dati in loro possesso, affinchè possano essere prese, finalmente, tutte le idonee misure necessarie per la salvaguardia della salute dei residenti.” “Il Comitato locale-asseriscono Casucci e Casi-sostiene, inoltre, che occorrano interventi per circa 80.000,00 euro, sottolineando, altresì, la pericolosa ed ingiustificata presenza di sostanze che nulla hanno a che fare con gli scarichi di un impianto di depurazione, dato che sono stati estratti fanghi contenenti idrocarburi e metalli pesanti.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Dov’è, dunque, la verità? - riferiscono il Consigliere ed il Commissario-forse quelle sostanze arrivano in quei fossi perché l’acqua non viene depurata a monte e come naturale conseguenza, poi, tali elementi si sedimentano sul fondo del canale?”.

“In definitiva - concludono Marco Casucci e Tiziana Casi - in tutta questa intricata vicenda, l’amministrazione cortonese che ruolo ha avuto, se effettivamente ne ha avuto uno?”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento