Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Demos: "Cittadinanza onoraria di Arezzo a Patrick Zaki"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera firmata da Giuseppe Giorgi dopo aver appreso la notizia di ulteriori 45 giorni di carcerazione preventiva in Egitto per lo studente dell'Università di Bologna

Nella foto il murales dove Zaki è ritratto insieme a Giulio Regeni

Dopo la notizia di ulteriori 45 giorni di carcerazione preventiva in Egitto per lo studente dell'Università di Bologna Patrick Zaki, Demos, l'osservatorio dei cattolici democratici torna a richiedere la concessione della cittadinanza onoraria ad Arezzo. Riceviamo e pubblichiamo la lettera firmata da Giuseppe Giorgi:

Foto Giuseppe Giorgi-2 "Ancora 45 giorni, ancora 45 giorni di detenzione nel carcere egiziano di massima “sicurezza” per Patrick Zaki lo studente dell’Università di Bologna arrestato il 7 febbraio 2020 all’aeroporto del Cairo, al suo ritorno in patria, dal Nsa, i servizi di sicurezza del dittatore Al Sisi, con l’accusa di terrorismo e propaganda sovversiva attraverso account che Patrick afferma non suo. Zaki è animatore dell’Eipr, Ong Iniziativa egiziana per i diritti personali ed è stato “oggetto” di torture con scariche elettriche fin dal suo arresto. Da poche ore giunge dai suoi legali la notizia di una ulteriore proroga di 45 giorni di arresti.

L’Osservatorio Demos informa l’opinione pubblica aretina che la prima udienza in tribunale si è svolta il 22 febbraio 2020 e che secondo le accuse della procura egiziana Zaki rischia 25 anni di prigione. Le sue condizioni di salute sono in costante peggioramento.

Colpisce l’inazione del governo italiano che attraverso il sottosegretario agli Esteri Della Vedova aveva assicurato l’avio delle pratiche per il riconoscimento della cittadinanza italiana richiesta da numerose associazioni e cittadini del nostro Paese. Dopo una iniziale attenzione formale, si rivela una incapacità o non volontà dello stesso Ministero degli Esteri nello svolgere pressioni per la scarcerazione di Patrick Zaki.

Da tempo Demos ha chiesto, sulla falsariga di tante città italiane, la cittadinanza onoraria di Arezzo per lo studente egiziano e una forte richiesta di gesti concreti fino al ritiro del nostro ambasciatore al Cairo (non dimenticando verità e giustizia per l’assassinio di Giulio Regeni). C’è una pratica in tal senso che giace, ormai polverosa, nei cassetti del Consiglio Comunale. I cattolici democratici aretini di Demo chiedono quando verrà portata all’ordine del giorno del Consiglio? Quando l’amministrazione accelererà il procedimento amministrativo? Perché il sindaco non si fa carico di questa richiesta? I diritti umani vengono dopo gli affari? Da anni l’Italia vende armi alla dittatura di Al Sisi e anche il governo Draghi ha continuato con l’autorizzazione all’invio di una seconda fregata militare. Noi continuiamo ad appoggiare dalla città di Arezzo la campagna d’opinione #FreePatrickZaki coordinata da Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia. Verità e giustizia per Giulio Regeni e Patrick Zaki."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Demos: "Cittadinanza onoraria di Arezzo a Patrick Zaki"

ArezzoNotizie è in caricamento