"Arezzo affoga nelle pozze d’acqua nella Giornata dell’Ambiente"

Le considerazioni di Giuseppe Giorgi, esponente Demos Osservatorio cattolici democratici

Di seguito l'intervento di Giuseppe Giorgi, esponente Demos Osservatorio cattolici democratici, in merito allo stato di decoro urbano della città di Arezzo

"Basta un acquazzone, un temporale più forte per fare di Arezzo la città delle pozze d’acqua. Nella Giornata dell’Ambiente, ancora una volta strade allagate, interi rivi accanto ai marciapiedi, gli avvallamenti e le buche riempiti di acqua piovana. Interi quartieri ad iniziare dal Tortaia, tormentati dalle toppe d’asfalto che ormai sono il manto caratteristico delle periferie e in cui l’acqua piovana scava nuovi percorsi stradali e le auto si trasformano in motoscafi.

Siamo noi di Demos i primi fautori di Arezzo Capitale italiana della Cultura 2023 ma insistiamo: il decoro si sposa con bellezza e candidatura ad essere con i suoi Grandi Città Capitale. Il decoro è fondamentale per presentare una città con le carte in regola ai nastri di partenza per essere la Capitale culturale italiana. Da tempo segnaliamo le troppe buche della città, occasione mesi fa di uno straordinario video con due assessori della Giunta comunale che bardati da rallymen commentavano al volante il percorso accidentato di una delle strade più trafficate di Arezzo. Gag? Presa di coscienza? Uno si è dimesso, l’altro, il vice sindaco mostra titubanze, distinguo; intanto basta un temporale improvviso per fare d’intere zone piscine a cielo aperto.

L’Osservatorio dei cattolici democratici lavora a fare dell’attuale difficile momento una occasione per il cambio, per lo sviluppo dell’intera città. Arezzo ha bisogno di un Sogno aretino in cui decoro e ambiente vadano a braccetto, siano volani di una città con un programma di alternativa ambientale, di priorità, vedi decoro, cultura, turismo di qualità che la facciano conoscere in Italia e nel mondo come la città di Vasari, di Guido, di  Pietro Aretino, geni che illustrano Arezzo che deve essere curata, amata.

Chiediamo meno buche, meno piscine piovane, dai quartieri ( a proposito perché non andiamo a costruire il percorso dei Consigli di Comunità per una maggiore relazione con il territorio? Noi di Demos ci torneremo) al centro cittadino. Chiediamo più decoro per Arezzo Capitale italiana della Cultura 2023.

Nella Giornata dell’ambiente una giornata senza decoro urbano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento