Civitella, Migliore: "Mancano ancora i risultati di alcuni tamponi della Rsa"

L'opposizione comunale punta il dito sul ritardo dei referti per la Rsa Becattini

Puntano il dito verso i ritardi nell'analisi dei tamponi i consiglieri comunali di minoranza a Civitella. E' Rosaria Migliore in particolare ad alzare la voce chiedendo il perchè dei tempi così lunghi per ottenere risposte.

"Siamo ancora in attesa di un’azione tempestiva per limitare i danni ed evitare che la triste vicenda di Bucine si verifichi anche nella struttura del Comune di Civitella - commenta la consigliera - dove ancora attendiamo i risultati di quattro tamponi, di cui due ospiti e due operatori. Mi aggrego anche io dunque, a quanto già espresso a vario titolo, sulla sottovalutazione del caso dei contagi dilaganti nelle Rsa toscane, ma assieme al mio gruppo consiliare di minoranza del Comune di Civitella in Val di Chiana 'Governo dei cittadini', vorrei soffermarmi sul caso della Rsa di Civitella in cui le disposizioni sui tamponi sono arrivate solo dopo circa 22 giorni di quelle su Bucine datate 19 marzo".

Rosaria Migliore sottolinea poi altri aspetti.

"Il primo caso di contagio a Civitella, la cui conferma risale al 24 marzo era un operatore della Rsa di Bucine. Perchè questo non ha destato il minimo timore anche sul destino dell’Rsa Becattini visto il segnale d’allarme. Ad Arezzo, infatti, fin dai primi contagi nella casa di riposo di Bucine dove ad oggi si contano 10 decessi, si è sperato in un tempestivo intervento da parte della Regione che avesse potuto evitare la deflagrazione del fenomeno anche in altre Rsa dell’aretino. L’annuncio di uno screening capillare da parte del Presidente della Regione è stato dato, ma a che punto sia il processo al momento non ci è dato saperlo. Sta andando tutto troppo a rilento a partire dalle decisioni del Governatore, una lentezza dovuta alla sottovalutazione del problema cui si aggiunge anche in certi casi, il preoccupante ritardo temporale cumulato delle analisi in laboratorio dei tamponi. Ritardi, omissioni e negligenze varie pertanto inaccettabili, che hanno fatto e fanno tuttora salire il rischio di ulteriori contagi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Marito e moglie fermati da finti militari, picchiati e rapinati

  • Neve e vento forte: è codice giallo in provincia di Arezzo. L'elenco dei comuni interessati

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento