Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Coraggio Italia, parla Alessio Mattesini: "Tanti si stanno avvicinando, il telefono esplode". Chi aderisce

Da due giorni è stato lanciato il nuovo soggetto politico. Mugnai e D'Ettore hanno così lasciato Forza Italia per aderire a Coraggio Italia di Toti e Brugnaro

Alessio Mattesini nello scranno di presidente del consiglio comunale di Arezzo nel primo mandato della giunta Ghinelli

Certi telefoni scoppiano in queste ore, altri sono in silenzio. Nel primo gruppo rientra sicuramente Alessio Mattesini fino ad ora vice coordinatore provinciale di Forza Italia, che da due giorni ha annunciato la sua adesione al nuovo partito "Coraggio Italia" lanciato dal sindaco di Venezia Brugnaro e dal presidente della Liguria Toti. Mattesini, come altri di Forza Italia, stanno seguendo le orme dei primi aderenti aretini, i due parlamentari Felice Maurizio D'Ettore e Stefano Mugnai. 

"Sto continuando a ricevere tantissime telefonate e adesioni personali a questa nuovo soggetto politico, tutte le cose sono in divenire, ma posso dire che ci sono consiglieri comunali sparsi nella provincia e esponenti di Forza Italia che si stanno interessando perché attirati dalla voglia di fare qualcosa di nuovo perché il progetto di Forza Italia è evidente che si stia andando a deteriorare visto che non ci sono rinnovamente a livello nazionale" spiega l'ex presidente del consiglio comunale di Arezzo che nell'ultima tornata si era confrontato con le urne per le elezioni regionali.

I primi nomi

E così dopo la prima ridda di nomi ne sono arrivati altri: Jerry Mugnaini, consigliere comunale di Bucine e Gianluca Butini, stesso ruolo ma a Cavriglia. Nomi che si aggiungono a quelli già noti di Luciano Orlandi, che come Mattesini faceva parte del coordinamento provinciale di Forza Italia Arezzo e poi Mario Ghezzi, consigliere comunale di Terranuova Bracciolini, Alberto Sordi, Paolo Laurita, consigliere comunale a Chitignano, Marcella Luzzi, consigliera comunale di Monte San Savino, e Marco Rossi.

Alcuni di essi sono davvero storici esponenti del partito fondato nel 1994 da Silvio Berlusconi.

"Scelta coraggiosa dopo quasi 20 anni di Forza Italia"

"E' una scelta coraggiosa quella portata avanti dai due parlamentari aretini, i valori di Coraggio Italia sono quelli liberali, europeisti e moderati, quindi l'obiettivo è riprendere il consenso di quei cittadini che si sono spostati su posizioni della Lega e di Fdi. Qui cerchiamo un rinnovamento, un nuovo soggetto politico" spiega Mattesini che aggiunge "la mia motivazione personale? Sono nato con Forza Italia fin da quando avevo 21 anni, sono stato in circoscrizione, ho fatto il consigliere comunale per 14, ho avuto la presidenza, adesso decido di prendere questo treno perché ho capito che non è stato torvato un adeguato successore nel partito, cerco un'area moderata che mi rappresenti, credo sia lo stesso motivo per il quale stanno arrivando tantissime adesioni di gente delusa da Forza Italia."

Come sarà l'organizzazione territoriale?

"Tutto è in divenire, saremo aperti alle liste civiche, ma in questo momento stiamo continuando a raccogliere i nomi, dovranno essere definiti i responsabili di zona, uno per comune e uno provinciale, faremo incontri con i parlamentari aretini sul territorio"

Uno sguardo al Comune di Arezzo

Anche Lucia Tanti pare essere della partita. Lei prima fra gli altri si era guardata intorno per cercare una novità politica post Forza Italia ed era approdata al movimento politico Cambiamo lanciato dal presidente della Regione Liguria Toti. Proprio due giorni fa ha condiviso sul suo profilo Facebook il lancio di Coraggio Italia. "Se ci sarà la possibilità mi farà piacere collaborare con lei - commenta Mattesini - credo che ne faccia già parte attraverso Cambiamo."

Un pensiero va alla giunta di Arezzo dove siede, come espressione di Forza Italia, l'assessore allo sport Federico Scapecchi che ha condiviso molto del suo percorso politico con D'Ettore. Ci saranno conseguenze in questo senso? E' presto per dirlo, ma tutti smentiscono. Secondo Mattesini "al Comune di Arezzo non ci saranno al momento novità vedremo con il passare dei tempo, non vedo conseguenze per l'amministrazione comunale, ne abbiamo fatto parte fino all'altro giorno siamo vicini al centro con il quale abbiamo condiviso la vittoria."

Anche secondo il coordinatore provinciale di Forza Italia Bernardo Mennini "Federico Scapecchi, al di là dei legami personali con D'Ettore manterrà il suo ruolo e per quanto ne so non sta seguendo il nuovo soggetto politico, quindi non ci saranno problemi." Così Mennini si è espresso all'interno della puntata del venerdì di Spunti e Spuntini su Teletruria, rassicurando gli iscritti e i simpatizzanti di Forza Italia. Nonostante le fuoriuscite di peso che ci sono state. intanto l'ipotesi plausibile è che anche a livello territoriale Coraggio Italia possa essere pronto a confrontarsi con le urne in alcune delle prossime sfide elettorali.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coraggio Italia, parla Alessio Mattesini: "Tanti si stanno avvicinando, il telefono esplode". Chi aderisce

ArezzoNotizie è in caricamento