Fondo per contributo affitti aumenta di 160mila euro, Tanti: "Una risposta anche per i proprietari di case"

Dichiarazione dell'assessore alle politiche sociali Lucia Tanti sul fondo per il contributo affitti che è aumentato di 160mila euro

Una veduta panoramica della città

"Abbiamo colto al volo la possibilità, accordata dal Ministero, di spostare le risorse e irrobustire il fondo per il contributo affitti, che oggi si vede incrementato di 160mila euro e può quindi contare su un totale di 230mila euro."

L'annuncio è dell'assessore alle politiche sociali Lucia Tanti che spiega la volontà di evitare qualsiasi tipo di morosità anche se incolpevole: 

"Una cifra importante che la giunta Ghinelli negli anni ha sempre potenziato e che tocca una quota consistente anche grazie alla presa di coscienza del Ministero circa la necessità di implementare questa misura rispetto a quella della morosità incolpevole. L’obiettivo è evitare al massimo la morosità, anche se incolpevole, e intervenire prima che si accumulino debiti degli inquilini ai danni dei proprietari di case, i quali hanno diritto a vedersi corrispondere il canone di locazione."

L'amministrazione intende dare una risposta agli inquilini in difficoltà e ai proprietari:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La morosità incolpevole è un concetto ambiguo e a mio avviso decisamente controproducente che spero venga presto e definitivamente superato, concedendo ai Comuni tutte le risorse per il contributo affitti e permettendo di investire completamente le risorse, in modo da impedire che si determinino situazioni debitorie consolidate. In questi anni non mi è mai sfuggito un fatto: la crisi colpisce chi non paga l’affitto e vorrebbe farlo ma anche chi ha diritto a vedersi corrisposto il canone perché quella casa è frutto di lavoro, di sacrifici e deve essere una giusta resa anche alla luce delle imposte che genera. Il contributo  permette di dare un aiuto a inquilini e proprietari; la morosità incolpevole molto meno, spesso mortifica chi ne ha diritto e rischia pure di incentivare comportamenti non responsabili che intendiamo combattere e non facilitare. L’obiettivo è: sì a tutto il sostegno possibile, ma no alla morosità. Felice che piano piano anche a livello ministeriale si dia ragione a chi, da anni, mette in luce questi aspetti e spinge per un rafforzamento robusto del contributo affitti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Doppio dramma della strada: Enrico e Stefano, due vite spezzate

  • Ciclista va in arresto cardiaco e cade rovinosamente. Rianimato: è grave

  • "Addio Enrico", quell'amore per moto e calcetto. Il dolore di Palazzo del Pero: attesa per i funerali

  • "Mio fratello era buono e solare. Lo porterò con me in un tatuaggio"

  • Coronavirus, sei nuovi casi nell'Aretino. Contagiati 19enni di ritorno da una vacanza all'estero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento