Politica

De Robertis (Pd): “Novità per il contenimento degli ungulati nelle aree protette”

Da una sentenza della Corte costituzionale buone notizie per gli agricoltori che operano all’interno o in prossimità di zone tutelate

È uno dei problemi più sentiti dagli agricoltori, quello dei danni prodotti dai cinghiali alle colture. Un problema ancor più impattante per quelli le cui attività sono localizzate dentro o in prossimità di aree protette, luoghi dove spesso trovano gli ungulati trovano rifugio per sfuggire agli interventi di selezione.
Ma è arrivata un’importante novità. “Nello scorso luglio – spiega Lucia De Robertis presidente della Commissione Territorio e Ambiente del Consiglio regionale – la Corte Costituzionale ha confermato la validità della norma varata nel 2020 dalla Regione Toscana, che prevede piani di contenimento degli ungulati nelle aree protette e, nel caso di inerzia del gestore alla loro realizzazione, l’intervento sostitutivo della Regione mediante le attività di controllo previste dall’articolo 37 della legge regionale sulla caccia”.

“Si tratta di un passaggio importate – aggiunge De Robertis – che consente ai gestori e alla Regione di poter affrontare con decisione il problema dei cinghiali e degli ungulati in generale, attivando tutte le misure utili per costruire quella densità sostenibile anche nelle zone tutelate, a salvaguardia degli equilibri naturali e delle attività agricole che, lì e nelle aree vicine, vi si svolgono.”
“Per avere il quadro della situazione in essere - conclude la presidente della quarta commissione a Palazzo del Pegaso – oggi ho presentato un’interrogazione alla Giunta regionale, proprio per conoscere lo stato attuale della pianificazione di contenimento degli ungulati nelle aree protette e nei siti della Rete Natura 2000 della Toscana e per conoscere le iniziative che dopo questa importante sentenza la Regione ha intenzione di assumere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Robertis (Pd): “Novità per il contenimento degli ungulati nelle aree protette”

ArezzoNotizie è in caricamento