Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Consiglio comunale senza atti di giunta, il caso Coingas e il nodo della costituzione di parte civile

Sono in approvazione anche molti atti di indirizzo, la gran parte presentati dal gruppo di Scelgo Arezzo di Marco Donati e Valentina Sileno

 

Un ordine del giorno dettato dalle opposizioni che pongono al centro molti temi e chiedono spiegazioni alla giunta. Dalla riorganizzazione della sanità al caso Coingas, dal processo per diffamazione a Paolo Giusti ad Arezzo Green, passando per il licenziamento inaspettato del Segretario Generale Franco Caridi.  E' il giorno del nuovo consiglio comunale, sempre organizzato on line e a distanza. Arrivano anche alla discussione e all'approvazione numerosi atti di indirizzo e mozioni, la gran parte, nove su sedici, presentati dal gruppo di Scelgo Arezzo di Marco Donati e Valentina Sileno.

Tra le interrogazioni e gli atti di indirizzo non ci sono pratiche di giunta da presentare e portare in votazione. Soltando una comunicazione da parte dell'assessore al bilancio Alberto Merelli. 

Quello di oggi è anche il primo consiglio comunale che si tiene dopo aver appreso la fissazione della data dell'udienza preliminare al Tribunale di Arezzo per il caso Coingas, Estra e Multiservizi. Per gli imputati, tra cui lo stesso sindaco Alessandro Ghinelli, l'assessore Merelli, l'amministratore unico di Coingas Scortecci, l'ex Sergio Staderini, il presidente di Estra Francesco Macrì, il consigliere comunale Roberto Bardelli, il presidente di Arezzo Casa Lorenzo Roggi e l'ex presidente della Multiservizi Luca Amendola, si tratta della prima tappa giudiziaria che li potrebbe condurre ad un processo. Sono a vario titolo accusati dei reati di favoreggiamento, abuso d'ufficio, corruzione per tre grandi filoni che ricalcano le ipotesi della Procura per le consulenze d'oro di Coingas, per la legittimità della nomina di Macrì alla presidenza di Estra e per la nomina di Amendola alla Multiservizi.

Il decreto di fissazione dell'udienza preliminare è stato notificato anche al Comune di Arezzo, proprio perchè parte offesa in questa vicenda. A ricevere l'atto è stato il Segretario Generale Franco Caridi, pochi giorni prima della famosa Pec datata 14 gennaio con la quale è stato licenziato dal sindaco Ghinelli.

"Certo, parleremo di questo in consiglio comunale, dello sfratto del segretario Caridi e della vicenda Coingas - spiega Alessandro Caneschi del gruppo Pd - Ci troviamo in avvicinamento alla prima udienza preliminare e ci sono degli atti fondamentali che questa amministrazione deve fare in vista di quella data. Chiediamo lumi sulla costituzione di parte civile del Comune di Arezzo che ha ricevuto notifica del decreto di fissazione dell'udienza preliminare per il 23 marzo. Immagino che cia una situazione paradossale ma sia l'amministrazione comunale e anche Coingas sono parti offese in questa vicenda e quindi il sindaco e anche l'amministratore unico di Coingas si troveranno a costituirsi parte civile in un processo in cui sono entrambi imputati. E' una cosa un po' strana ma va fatto, se il Comune e Coingas non si costituissero ci potrebbero essere dei danni erariali (nel caso in cui fossero rinviati a giudizio e venissero condannati). Tecnicamente è proprio prima di quell'udienza o in corrispondenza di quell'udienza che Comune e Coingas si devono costituire parte civile."

Nelle dichiarazioni che lo stesso Caridi ha rilasciato alla Digos il giorno del licenziamento si legge che ricevuta la notifica della fissazione della data dell'udienza preliminare, ha trasmesso gli atti alla vicensindaca Lucia Tanti e all'ufficio legale del Comune di Arezzo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento