Atto della maggioranza sul processo Coingas approvato. Respinti gli emendamenti delle opposizioni

Alle 9,00 con il collegamento streaming l'assise si riunisce da remoto come da convocazione del presidente Luca Stella

 

Il momento clou arriva nel corso del pomeriggio. Simon Pietro Palazzo presenta l'atto di indirizzo alle 17,09. Interviene Francesco Romizi per presentare 3 emendamenti. "Il primo per l'eliminazione di cinque righe di stampo politico, poi il secondo per cancellare il punto due, è fumoso e rimanda alla giunta, ma se non dà un indirizzo è un comunicato stampa, la proposta nostra è di inserire "a rpocedere prima della prossima udienza preliminare ad avviare le procedure per la costituzione di parte civile...". Il terzo emendamento perché sembra che l'atto voglia scaricare tutte le responsabilità sul dottor Sergio Staderini, risponderà delle sue responsabilità, ma non era solo. Sollecitiamo a inserire al punto uno che sia la stessa Coingas e costituirsi parte civile." Il presidente Luca Stella, dopo l'intervento di Michele Menchetti del Movimento Cinque Stelle, ha decretato qualche minuto di pausa per le discussioni sugli emendamenti da parte dei gruppi. Alle 17,40 il consiglio è ripreso e Simon Pietro Palazzo dopo il confronto interno ha annunciato che gli emendamenti delle opposizioni non saranno accolti. Poi è partito il dibattito con gli interventi di Alessandro Caneschi e Marco Donati. Per la maggioranza è intervenuto il consigliere Alessandro Calussi. Poi la parola è tornata all'opposizione con Giovanni Donati, Michele Menchetti e Francesco Romizi.

Tutti gli interventi in consiglio comunale prima dell'approvazione dell'atto

In sostanza le opposizioni chiedevano di spoliticizzare l'atto per renderlo meno "estremista e più moderato" per usare le parole di Romizi in sede di dichiarazione di voto.

Emendamento numero 1: contrari in 17; l'assemblea non approva.

Emendamento numero 2: contrari in 15; l'assemblea non approva.

Emendamento numero 3: contrari in 18; l'assemblea non approva.

Atto di indirizzo della maggioranza: votanti 29, contrari 11, favorevoli 18, l'assemblea approva.

Processo Coingas-Estra: il documento della maggioranza e gli emendamenti delle opposizioni

La cronaca della mattina

Aggiornamento delle 9,15 - dopo l'appello e la costituzione del consiglio comunale partono le interrogazioni. La prima di Alessandro Caneschi sul rischio di default assunzionale alla quale ha risposto, senza la soddisfazione del firmatario, l'assessore al personale Giovanna Carlettini. La delegazione trattante per riprendere il confronto con la Rsu e i sindacati alla presenza del nuovo segretario generale Pisacane è fissata per il prossimo 7 aprile. La consigliera Donella Mattesini ha chiesto spiegazioni sulla cabina di regia per azioni sociali con enti di terzo settore. Ha risposto la vicesindaca Lucia Tanti. Il tempo messo a disposizione dal presidente Luca Stella per le interrogazioni è di due ore, eventualmente quelle che non entreranno nel dibattito avranno una risposta scritta. Sono seguite interrogazioni sull'illuminazione in alcune zone delle frazioni della comune di Arezzo (Andrea Gallorini) e sui dissuasori di velocità in altre ancora (Donato Caporali).

Tra le note a margine, o meglio nello sfondo del consiglio ci sono due immagini da segnalare: la bandiera cubana esposta dal consigliere Giovanni Donati accanto a quella dell'Europa per dimostrare la sua contrarietà al voto dell'Italia per il mantenimento dell'embargo a Cuba e l'immagine del sindaco Ghinelli a grandezza naturale sullo sfondo del consigliere Mattia Delfini, il famoso cartonato della prima campagna elettorale dell'allora candidato a sindaco.

Alle 10,00 prende la parola Simon Pietro Palazzo per presentare l'interrogazione sul tema delle prenotazioni delle vaccinazioni. La vicesindaca Tanti ha risposto che innanzitutto c'è da tenere conto il tema nazionale ed europeo di mancanza di vaccini. "A questo c'è da aggiungere un tema tutto toscano, la regione penultima in tutta Italia con dati che mettono in evidenza un sistema che va in implosione. Come sindaci abbiamo chiesto di accelerare, irricevibile dire che entro il 25 aprile tutti gli over 80 siano vaccinati. è una data troppo lontana. La collaborazione con l'Asl è pienissima, con immobili messi a disposizione come quello di Rigutino, il parcheggio di via Laschi, il Teatro Tenda, resta ferma la presenza del personale in sede di tracciamento. Ma diventa difficile dare luoghi se c'è poco personale e poche dosi. Alla fine dell'emergenza dovremo capire perché la Toscana è penultima in classifica per i vaccini."

10,10 - Luca Stella annuncia problemi di connessione nell'ultimo piano del palazzo comunale dove ci sono le stanze dei gruppi consiliari e da dove si collegano alcuni consiglieri. I tecnici sono al lavoro e viene decretata una sospensione del consiglio per 5 minuti.

10,20 - Interrogazione del consigliere Michele Menchetti sull'immobile di piazza della Repubblica destinato alla Fondazione Intour a titolo gratuito. Ha risposto l'assessore Chierici ripercorrendo l'uso di quel locale, di fatto mai entrato nell'operatività della fondazione e che ha bisogno di sanare alcuni aspetti di regolarità edilizia.

10,34 - Mery Stella Cornacchini interroga la vicesindaca Lucia Tanti sul piano vaccinale, prendendo come notizia di riferimento quella della vaccinazione del giornalista aretino Andrea Scanzi. Chiedo di sapere se l'amministrazione è a conoscenza del caso indicato, se intende fare chiarezza, se possiamo come amministrazione mettere in campo una procedura per informare concretamente i cittadini sui cittadini. La vicesindaca annuncia che "abbiamo appreso di una lista di riservisti e che i medici di famiglia hanno la possibilità di indicare le persone particolarmente esposte che abbiano un diritto aggiuntivo. E' utile sapere quali criteri sono stati seguiti, non può essere una valutazione soggettiva e personale. Inoltrerò la sua interrogazione al direttore D'Urso e al dottor Giglio, per capire i flussi di comunicazione dalla Asl ai medici e dai medici stessi ai loro pazienti."

10,45 - Interrogazione di Michele Menchetti all'assessore Chierici per il turismo ad Arezzo e il coinvolgimento delle guide turistiche anche con risorse che potrebbero essere recuperate dal recovery plan.

10,53 - Interrogazione di Francesco Romizi per le lungaggini dell'Archivio Storico "a ieri accedendo alla procedura per prendere appuntamento il primo posto libero è a 90 giorni." L'assessora Lucherini ha dichiarato: "l'orario lo stiamo piano piano ampliando e il tempo di consultazione l'abbiamo diminuito da 45 minuti a 30 minuti. Se ci sono atti notarili in corso che è urgente, i professionisti lo facciano presente che la pratica viene iscritta. Il problema c'è, speriamo di risolverlo prima possibile".

11,00 - Andrea Gallorini presenta un'interrogazione sulle prossime attività culturali per la città di Arezzo alla quale replica il sindaco Alessandro Ghinelli anche in qualità di presidente della Fondazione Guido D'Arezzo che manderà una risposta scritta.

11,06 - Egiziano Andreani chiede alla vicesindaca Tanti di conoscere nel dettaglio i rimborsi per i malati Covid che riceve l'ospedale San Donato di Arezzo. 

I tempi dell'archivio storico, la vaccinazione, il turismo e le assunzioni. Le interrogazioni in consiglio

Gli atti dibattuti in consiglio comunale

Le interrogazioni sono proseguite nel corso della mattinata per poi passare agli atti della giunta. I primi quattro sono stati presentati dall'assessore all'urbanistica Francesca Lucherini. Dopo la pausa pranzo il dibattito si è particolarmente soffermato sul punto numero 8, cioè l'approvazione della variante al regolamento urbanistico e al piano operativo adottato per la localizzazione del ponte provvisorio per la viabilità alternativa al ponte storico "Buriano". L'atto è stato emendato su proposta del consigliere di Oraghinelli Simon Pietro Palazzo e una raccomandazione è arrivata anche dal sindaco Ghinelli. Al momento della votazione l'atto ha visto favorevoli 30, astenuti 1.

Dopo le 16 è stata la volta dell'atto dell'assessore Casi, per il quale sono intervenuti anche il sindaco e l'avvocato Pasquini, sulla concessione da rinnovare per Arezzo Parcheggi. Il sindaco in particolare ha detto quanto la risoluzione per il parcheggio aperto della Misericordia possa determinare la condizione per mandare avanti il progetto di riqualificazione di piazza Fanfani, con l'abbattimento del vecchio fabbricato e dei murales lì collocati.

La variante per Ponte Buriano, Piazza del Popolo e il bilancio della Biblioteca: le pratiche approvate

La presentazione del consiglio comunale

Otto pratiche e 16 atti d'indirizzo, il tutto preceduto dalle interrogazioni urgenti. Nuovo consiglio comunale on line oggi ad Arezzo. Alle 9,00 con il collegamento streaming l'assise si riunisce da remoto come da convocazione del presidente Luca Stella.

Tra gli atti da attenzionare la delibera portata dall'assessore Alessandro Casi su Piazza del Popolo. Si tratta infatti dell'adeguamento della concessione ad Arezzo Parcheggi sia dei posti auto interrati che di quelli nell'area aperta nel piazzale della Misericordia e di quelli lungo via Garibaldi. 

In parole semplici, per ritrovare l'equilibrio economico finanziario del gestore di questo progetto realizzato con lo strumento del project financing, Casi porta in aula per il dibattito e l'approvazione le nuove scadenze: quello della Misericordia al 2024, quello di piazza del Popolo al 2039. Questo porterebbe a definire un problema annoso che si era trascinato anche per tribunali amministrativi.

Tra gli atti d'indirizzo prende la massima attenzione quello depositato dalla maggioranza che riguarda le azioni civili o la valutazione della costituzione di parte civile nel processo penale Coingas-Estra e le azioni di tutela della società Coingas e dello stesso Comune di Arezzo. Entrambi gli enti sono infatti individuati dal procuratore Rossi come parti offese.

Tra gli imputati in udienza preliminare, fissata al 20 aprile, dopo la prima terminata prima del previsto per errori formali di notifica degli atti ad alcuni protagonisti, ci sono il sindaco Alessandro Ghinelli, l'assessore al bilancio Alberto Merelli, il consigliere del gruppo misto Roberto Bardelli, l'ex amministratore unico di Coingas Sergio Staderini e l'attuale Franco Scortecci, oltre che il presidente di Estra Francesco Macrì.

L'atto in questione è stato l'ultimo tra quelli presentati e attualmente si trova all'ultimo posto dell'ordine del giorno. Dalla riunione di ieri sera dei consiglieri di centro destra pare essere uscita l'indicazione di chiederne l'anticipo del dibattito e della votazione. Da capire come intenderanno votare i consiglieri di opposizione che nelle precedenti puntate si sono visti bocciare l'atto di indirizzo per la costituzione di parte civile nel processo penale.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento