Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Una commissione d’inchiesta per chiarire le vicende di Valdarno Sviluppo

Accendere i riflettori sulle vicende di Valdarno Sviluppo, su quanto ha fatto per il sistema economico del territorio e sui motivi che hanno condotto la società al fallimento decretato dal Tribunale di Arezzo nel marzo scorso. E’ questo il senso...

Montevarchi - palazzo varchi-2

Accendere i riflettori sulle vicende di Valdarno Sviluppo, su quanto ha fatto per il sistema economico del territorio e sui motivi che hanno condotto la società al fallimento decretato dal Tribunale di Arezzo nel marzo scorso. E' questo il senso della mozione presentata, per la prossima seduta del Consiglio comunale di Montevarchi da Avanti Montevarchi, Partito Democratico e 5 Stelle, e che punta ad ottenere la rapida costituzione di una Commissione d'inchiesta.

A convincere i consiglieri di minoranza sull'opportunità di indagare sul percorso della società partecipata anche le parole dell'assessore al Bilancio che, in una recente intervista, ha ipotizzato, gravi inefficienze, incompetenza ed errori tecnici nel lavoro svolto da Valdarno Sviluppo in oltre un ventennio di attività.

Partecipata da tutti i comuni valdarnesi, dalle Province e dalle Camere di Commercio di Arezzo e Firenze, da primari istituti di credito, da associazioni di categoria, la società ha lavorato, utilizzando fondi nazionali in primis, alla creazione di aree industriali, all'insediamento di nuove aziende, alla formazione, svolgendo anche compiti strumentali per gli enti locali. I consiglieri intendono chiarire, tramite la commissione d'inchiesta, quanto effettivamente realizzato e i rapporti avuti con i diversi comuni a partire, ovviamente, con il Comune di Montevarchi in attesa delle deliberazioni del giudice fallimentare in merito alle pretese avanzate da quest'ultimo. Con un periodo richiesto di sei mesi di lavoro, la commissione dovrebbe acquisire documenti e ascoltare gli amministratori e i direttori tecnici che si sono succeduti nel tempo, i liquidatori, sindaci e assessori, i responsabili delle strutture tecniche comunali. Il percorso dovrà concludersi con una relazione da presentare al Consiglio comunale e all'opinione pubblica montevarchina e valdarnese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una commissione d’inchiesta per chiarire le vicende di Valdarno Sviluppo

ArezzoNotizie è in caricamento