Bardelli: “Un’opposizione ‘gas…ata’ dopo un lunghissimo letargo”

Dichiarazione del consigliere comunale Roberto Bardelli

Roberto Bardelli

"Agli “orali” dimostrano ancora una volta di essere i primi della classe. Sono i rappresentanti dell’opposizione che si definiscono “garantisti” ma poi fanno subito partire distinguo ed eccezioni. La vicenda che ha colpito anche il Comune di Arezzo è evidentemente la giusta occasione per risvegliarli dal letargo."

Così il consigliere comunale del gruppo misto Roberto Bardelli commenta gli attacchi politici dell'opposizione sull'inchiesta Coingas che vede indagati il sindaco Ghinelli, l'assessore Merelli e il presidente di Estra Macrì, oltre che Franco Scortecci e Sergio Staderini.

Il sonno della ragione genera mostri, scrisse in un’incisione Francisco Goya. Ma anche il sonno dell’opposizione ci va vicino. Perché quando il torpore finisce è solo per gridare al “mostro”. Chi invece in questi anni non ha dormito è la giunta Ghinelli. Sì, quella del nuovo “mostro”, che deve dimettersi, andarsene in esilio, sparire dalla circolazione. Se è giusto, ovviamente, che la magistratura conduca le sue indagini, a me preme rimarcare un dato politico e uno giuridico: il dato politico è che questi 4 anni per Arezzo sono stati un toccasana. Le differenze rispetto alle passate amministrazioni sono evidenti e devono essere motivo di vanto e stimolo per proseguire il lavoro. Il dato giuridico è che essere indagati non significa essere colpevoli, per cui dei rigurgiti forcaioli di certi partiti ed esponenti politici, memori di annate in questo senso per loro formidabili, non sappiamo che farcene.

A non piacere a Bardelli è anche l'uso della commissione controllo e garanzia:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ed ecco apparire in perfetto stile il tribunale del popolo: la commissione consiliare controllo e garanzia, organo che non ha competenza su una vicenda del genere. Ma i consiglieri comunali di maggioranza ci saranno, perché non si tirano indietro e nulla hanno da nascondere. Mica siamo sonnambuli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Coronavirus, sei nuovi casi nell'Aretino. Contagiati 19enni di ritorno da una vacanza all'estero

  • I 15 borghi fantasma della Toscana che dovreste visitare

  • Muore in moto a 51 anni: dramma alle porte della provincia di Arezzo. Era in viaggio col figlio

  • Pioggia di bonus in arrivo: sconti sulle cene al ristorante, scarpe, vestiti e arredi

  • Miss Toscana a 17 anni, il teatro Petrarca, gli affetti. Anna Safroncik: "Vi racconto la mia Arezzo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento