Politica

Cittadinanza onoraria al procuratore Gratteri e azioni di sensibilizzazione. Così San Giovanni dichiara guerra alla mafia

Nel consiglio scorso, oltre le tematiche d’obbligo, sono stati approvati di due documenti di contrasto alle mafie e di sviluppo della legalità e della trasparenza

Lotta alle infiltrazioni mafiose nel territorio e sì allo sviluppo della legalità e trasparenza. È stato durante l’ultima seduta del consiglio comunale che, l’assise di San Giovanni Valdarno ha approvato due documenti riguardanti proprio il contrasto alla criminalità organizzata.

“La mozione sulle mafie delle liste civiche è stata emendata ed è stato prodotto un testo che dovrebbe condurre la Provincia, i Comuni, la prefettura e la Camera di Commercio, alla firma di un nuovo protocollo d’intesa per la legalità e la prevenzione dei tentativi di infiltrazione criminale nell’economia del territorio. Un protocollo continuamente richiamato nei contratti del comune ma ormai scaduto dal 2017 - spiegano dal gruppo Centro sinistra per San Giovanni Valdarno - Nasceranno anche iniziative di sensibilizzazione sul tema della lotta alle mafie, che potranno interessare anche associazioni e liberi cittadini. La mozione è stata votata all’unanimità. L’altra mozione, proposta dai 5 Stelle, riguarda il conferimento della cittadinanza onoraria al procuratore Gratteri, simile a molte altre che hanno trovato l’adesione convinta di molti comuni, dimostrando, l’assoluta considerazione nel lavoro di lotta alla mafia svolto dall’illustre magistrato. Le liste civiche hanno manifestato una strana forma di dissenso ma, manifestando la loro assenza al voto, hanno consentito che venisse accolta con voto favorevole dalla totalità dei votanti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadinanza onoraria al procuratore Gratteri e azioni di sensibilizzazione. Così San Giovanni dichiara guerra alla mafia

ArezzoNotizie è in caricamento