Chiusi e Chitignano dicono no alla fusione, Mugnai: "Filotto di 4 referendum a misura di sindaco bocciati"

Ancora i dati non sono definitivi ma è ormai chiaro come a Chiusi, ma anche a Chitignano abbia vinto il no, quindi altro, ennesimo, fallimento di progetti di fusione in Casentino. "Eravamo stati facili profeti - afferma Stefano Mugnai, capogruppo...

MUGNAI-STEFANO

Ancora i dati non sono definitivi ma è ormai chiaro come a Chiusi, ma anche a Chitignano abbia vinto il no, quindi altro, ennesimo, fallimento di progetti di fusione in Casentino.

"Eravamo stati facili profeti - afferma Stefano Mugnai, capogruppo di Forza Italia in Regione - quando in momenti non sospetti avevamo messo in guardia dal procedere con un referendum pasticciato e incomprensibile che portava avanti dei quesiti ognuno dei quali riguardava un progetto di fusione che riguardava tre comuni, con Chiusi presente in entrambi i quesiti.". "Del resto - continua Mugnai -, questo è ciò che succede a fare percorsi di fusione su misura su questo o quel sindaco, questo è ciò che succede a non avere il coraggio come consiglio regionale, di fronte alla totale incapacità di trovare una sintesi a livello locale, di formulare una proposta complessiva che tenesse veramente conto della storia e soprattutto del futuro delle comunità interessate e non di qualche Sindaco amico o nemico che fosse, o delle rivalità anche personali esistenti sul territorio. E con questo si è fatto filotto: dopo il fallimento del referendun per la fusione Castiglion Fibocchi-Capolona, quello per la fusione Subbiano-Capolona, adesso arriva la bocciatura anche per la “fusione modulare” Bibbiena-Ortigniano-Chiusi e Chiusi-Castel Focognano-Chitignano. Sarà difficile adesso tornare a parlare seriamente di fusioni in Casentino e questo e’ un peccato. Ma e’ evidente a tutti che rispetto a quanto successo ci sono grandi responsabilità. Pensare di essere il più furbo o i più furbi di tutti non sempre paga. Anzi per quella che è la mia esperienza non paga mai. È un vero peccato, perché in realtà le fusioni fra comuni sono percorribili, ma a condizione che siano progetti lineari e volti all'esclusivo interesse delle comunità, come dimostra la concomitante affermazione del sì nel referendum per la fusione di Pergine con Laterina. ".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • LIVE | Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. I dati

  • Elezioni Arezzo, affluenza ore 23: alle comunali è del 47,26%. Regionali e referendum: i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento