Politica

Chiude il dormitorio di San Domenico. I Popolari: "Quali servizi adesso per i senzatetto?"

Chiude oggi, come previsto dall'amministrazione, dopo i 4 mesi più freddi dell'anno il Dormitorio di Piazza San Domenico. A suo tempo c'era stato un grande moto di sensibilizzazione e di dibattito circa la possibilità e la voglia di poterlo tenere...

DORMITORIO1-2

Chiude oggi, come previsto dall'amministrazione, dopo i 4 mesi più freddi dell'anno il Dormitorio di Piazza San Domenico. A suo tempo c'era stato un grande moto di sensibilizzazione e di dibattito circa la possibilità e la voglia di poterlo tenere aperto tutto l'anno, ma l'amministrazione su questo fronte ha dichiarato che intende perseguire altre strade di reinserimento sociale piuttosto che la semplice accoglienza notturna.

Sul tema si registrano i primi commenti tra cui quelli dei Popolari per Arezzo:

Il servizio del dormitorio per senzatetto si è concluso con l'inizio di aprile, ma i Popolari per Arezzo chiedono all'amministrazione comunale di non dimenticare quelle situazioni di disagio emerse nei mesi di apertura della struttura. L'associazione ricorda come l'assessore Tanti abbia più volte parlato del dormitorio come di una soluzione emergenziale o come ultima alternativa, replicando a chi avanzava proposte o miglioramenti che la vera risposta passa esclusivamente attraverso un più strutturato piano di servizi e di percorsi di reinserimento nella società.

In questo senso, i Popolari per Arezzo avanzano l'esigenza di avere chiarimenti su quanti tra i residenti che hanno usufruito dei pernottamenti (poco meno di una decina tra cui due donne) sono stati già avvicinati o saranno presi in carico dai servizi comunali alla chiusura del dormitorio e quanti, da dicembre ad oggi, abbiano già avviato un reale progetto di recupero che sembrava essere una condizione essenziale per poter avviare l'ospitalità. La richiesta dell'associazione, dunque, è di precisare quanto più possibile riguardo il post-dormitorio.

«Il dormitorio così come era stato presentato ha esaurito la propria funzione - commenta Massimo Soletti dei Popolari per Arezzo. - Terminata l'emergenza del freddo, infatti, è terminato il servizio per i senzatetto. In questi mesi, però, l'assessore ha spesso ribadito che coloro che vivono situazioni di difficoltà necessitano di percorsi rivolti al futuro, dunque chiediamo di spiegare chiaramente i servizi avviati dal Comune e orientati ai residenti. Sempre, ovviamente, che questi percorsi abbiano avuto seguito oltre alle parole dell'assessore, nella speranza che non sia mancata una progettazione di politiche sociali durante questi preziosi mesi».

Su Facebook il commento di Cristiano Rossi che ha collaborato al progetto come membro della Fraternità Federico Bindi:

Oggi chiude, dopo 4 mesi, il dormitorio di San Domenico che, grazie alla generosità totalmente gratuita di decine di volontari, ha offerto circa 3000 accoglienze notturne (considerando 25 persone ogni notte) a uomini e donne che, altrimenti, avrebbero trascorso l'inverno per strada.

Grazie, in particolare, ad Alessandro Buti, vicedirettore della Caritas e Gabriele Chianucci, che hanno organizzato e gestito questo servizio con grandissima generosità. Grazie alle decine di volontari che hanno donato il proprio tempo per un servizio che ha garantito alla nostra città dignità per le persone. Grazie al Comune di Arezzo che ha concesso gratuitamente i locali di San Domenico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude il dormitorio di San Domenico. I Popolari: "Quali servizi adesso per i senzatetto?"

ArezzoNotizie è in caricamento