Chiassai nominata nel direttivo Upi: "Porterò a Roma la voce di Arezzo"

La presidente della Provincia farà parte del direttivo Unione Nazionale Province d'Italia: "Mi batterò per una distribuzione più equa delle risorse"

La presidente della Provincia Silvia Chiassai Martini è stata nominata nel comitato direttivo Upi (Unione Nazionale Province d'Italia). Queste le sue prime parole dopo l'incarico.

"Porterò a Roma la voce di Arezzo. E’ una nomina che va a rafforzare il mio impegno verso l’Ente che ho l’onore di presiedere, mettendomi ulteriormente al servizio del territorio, focalizzando l’attenzione sulla Provincia di Arezzo che avrà così un ruolo importante all’interno del Comitato Direttivo Nazionale dell’Unione delle Province Italiane. Far parte del Comitato direttivo, composto dai presidenti delle unioni regionali e da undici componenti che per la prima volta vede la Provincia di Arezzo presente, mi darà l’opportunità di rappresentare nei tavoli giusti le esigenze delle comunità che rappresento, direttamente nelle sedi di confronto con il governo e con il ministro degli affari regionali Erika Stefani, che tra l’altro hanno già mostrato un’ apertura verso la riorganizzazione e il ruolo delle Province".

Silvia Chiassai Martini ha poi criticato le scelte del governo Renzi e auspicato una distribuzione più equa delle risorse per gli enti locali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Bisogna tornare a dare risposte adeguate ai cittadini, rafforzando l’ente come presidio fondamentale per il governo del territorio. La riforma della passata legislatura voluta dal governo Renzi ha creato solo limiti e incertezze, con risvolti anche pesanti in termini di funzionalità e di operatività. Oggi c’è la necessità di guardare avanti, ripensando ad una nuova Provincia. E’ il momento che si volti pagina, rimboccandosi le maniche per ridare identità e dignità a questo ente. Costruire e non demolire; trovare soluzioni alla difficile situazione finanziaria delle Province, anche con una distribuzione più equa delle risorse, con criteri più obiettivi a vantaggio degli investimenti sul territorio. C’è bisogno di destinare fondi per svolgere almeno le funzioni importanti, quali la salvaguardia e la messa in sicurezza del patrimonio viario e scolastico del Paese. Per questo mi metterò a disposizione per un serio confronto costruttivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento