Venerdì, 18 Giugno 2021
Politica

“Chiarezza sull’organizzazione della macchina vaccinale". La Lega Toscana: "Scanzi fatto isolato o consuetudine?"

Ad intervenire sono i consiglieri regionali della Lega Elisa Montemagni e Marco Casucci

“Prendendo spunto dall’ormai noto caso del giornalista Scanzi pensiamo sia doveroso conoscere, tramite un’apposita interrogazione, quali siano le metodologie adottate riguardo alla macchina organizzativa vaccinale in Toscana”. Ad intervenire sono i consiglieri regionali della Lega Elisa Montemagni e Marco Casucci. Entrambi gli esponenti del partito tornano sulla vicenda che ha avuto come protagonista Andrea Scanzi, finito al centro dell'attenzione in seguito ad un suo post social dove ha annunciato di aver ricevuto il vaccino AstraZeneca dopo essere stato inserito nella “lista dei panchinari”, ovvero quella lista con i nominativi delle persone che le Asl, in caso di disdette degli aventi diritto, contattano per inoculare il vaccino.

“Vogliamo - proseguono i consiglieri - informazioni chiare e trasparenti per sgombrare ogni dubbio riguardo alla vicenda che ha coinvolto il professionista aretino. È un caso isolato, comunque da chiarire, oppure vi sono state altre situazioni similari? Pare, infatti che lo stesso giornalista fosse stato inserito in una lista ufficiosa, quindi non accessibile a tutti. Insomma c’è stata una falla nel sistema vaccinale? Questi fantomatici elenchi ufficiosi sono una consuetudine a livello regionale, oppure tale pratica è stata utilizzata esclusivamente ad Arezzo?. Il tema vaccinazioni è di prioritaria importanza e quindi riteniamo fondamentale l’uso di modalità certe e non derogabili per non consentire che si creino cittadini di serie a e di serie b".

"Non avevamo bisogno - aggiunge Marco Landi, anch’egli consigliere regionale della Lega - del caso Scanzi per capire che c’era un caos nel modello di gestione delle dosi avanzate. Una nostra mozione è stata inspiegabilmente bocciata dalla maggioranza perché, a loro dire, le liste di riserva c’erano. Quattro giorni dopo la sanità regionale ha annunciato che sarebbero state varate. Oggi scopriamo che sono verbali. Dove sta, dunque, la verità?”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Chiarezza sull’organizzazione della macchina vaccinale". La Lega Toscana: "Scanzi fatto isolato o consuetudine?"

ArezzoNotizie è in caricamento